Gigi D’Alessio, qual è il suo titolo di studio? Cosa ha fatto il cantante prima del successo

Argia Renda

Gigi D’Alessio oggi ha un grande successo, ma che titolo di studio ha? Cosa ha fatto prima della grande popolarità.

Non ha certamente bisogno di presentazioni, Gigi D’Alessio, il noto cantautore napoletano che al momento è impegnato oltre che con la sua musica anche su Rai Uno, nella prima serata di The Voice Kids come giudice dello show, ruolo che ha già ricoperto in passato con grande successo.

Gigi D'Alessio conoscete il suo percorso di studi?
Il titolo di studio di Gigi D’Alessio foto Ansa -lafuriaumana.it

Il motivo però per cui finisce al centro dell’attenzione ha a che fare con un particolare del suo passato che forse in pochi conoscono, ovvero il suo titolo di studio: il cantante prima del successo infatti ha fatto davvero tanta gavetta senza contare i grandi sacrifici di cui molto spesso ha parlato.

A 12 anni è entrato in conservatorio dove ha conseguito poi a 21 anni il diploma in pianoforte, grazie a questi risultati è riuscito a soli 23 anni di dirigere l’Orchestra Scarlatti e non è finita qua, i suoi studi sono anche proseguiti al Conservatorio di San Pietro a Majella, Napoli.

Gigi D’Alessio, dal debutto fino ai primi grandi successi

Insomma gli inizi della carriera di Gigi D’Alessio sono stati davvero pieni di studio e sacrificio, lui stesso molte volte ha ammesso di non avere mai ricevuto nulla in regalo e di avere lavorato davvero sodo per raggiungere i risultati che ha adesso.

Gigi D'Alessio: dai primi successi a oggi
Il titolo di studio di Gigi D’Alessio foto Ansa -lafuriaumana.it

Le prime importanti esperienze sono state con i grandi nomi della musica napoletana, ha collaborato con Mario Trevi, Antonio Buonomo, Pino Mauro, per poi diventare il pianista ufficiale di Mario Merola, cantante a cui ha dedicato la canzone dal titolo Cient’anne scritta con Vincenzo D’Agostino e interpretata con lo stesso Merola. Qualche tempo dopo vede pubblicato il suo primo disco dal nome Lasciatemi cantare e poi:  Scivolando verso l’alto e nel 1994 grazie a Enzo Malepasso  riesce a produrre anche il suo terzo disco Dove mi porta il cuore.

Da quel momento il suo lavoro non si è mai più fermato e comincia anche a farsi conoscere fuori Napoli con altri dischi che al loro interno contengono dei brani di grande successo come: Chiove e Anna se sposa. E’ il Il 7 giugno 1997 quando tiene il suo primo concerto allo Stadio San Paolo di Napoli, per quella occasione andarono a vederlo 20.000 spettatori nella curva B. 

Passiamo poi al 1999 quando grazie al suo album Portami con te, che al suo interno a 11 brani inediti, riesce a esibirsi lo stesso anno davanti al presidente statunitense Bill Clinton al Galà del National Italian American Foundation. Da li in poi il resto è storia, la stessa storia che ancora oggi sta continuando a scrivere.

Impostazioni privacy