Bonus gite scolastiche, ora è possibile richiederlo: ecco come averlo prima che scada

Jessica M.

L’incentivo ministeriale che permette agli studenti di poter partecipare alle gite scolastiche grazie a un bonus è ora disponibile.

bonus gite scolastiche
bonus gite scolastiche – lafuriaumana.it

 

Finalmente tutti gli studenti di tutte le classi avranno la possibilità di poter andare in gita. Questo è possibile grazie al bonus gite scolastiche, che può essere richiesto da famiglie a basso reddito. L’incentivo è valido per gli studenti delle scuole superiori di partecipare a visite didattiche e viaggi d’istruzione. I genitori possono farne richiesta fino al 15 febbraio 2024

In questo provvedimento sono stati già stanziati circa 50 milioni di euro. In questo modo le famiglie con basso reddito possono sostenere le spese per le uscite didattiche dei figli o per i programmi di studio all’estero. Questo perché si è ritenuto che queste esperienze formative sono molto importanti per la crescita culturale e sociale dei ragazzi.

 

Bonus gite scolastiche

 

Quali sono i requisiti e come funziona

La misura è rivolta alle scuole statali secondarie di secondo grado. Le risorse che sono state messe a disposizione dal Ministero saranno ripartite fra gli istituti beneficiari, non in modo forfettario, sulla base di «criteri oggettivi e trasparenti» che si baseranno sull’ISEE delle famiglie.

Quindi sarà necessario aggiornare la dichiarazione ISEE del nucleo familiare aggiornata per il 2024. Solo le famiglie con ISEE inferiore a 5.000 euro potranno fare richiesta del bonus. Le famiglie con ISEE superiore o chi non presenta l’ISEE aggiornato non potrà beneficiare di questo bonus.

Nel momento che verrà accettata la richiesta, il denaro verrà consegnato all’istituto di apparenza dello studente e non direttamente ai genitori. Gli istituti, di conseguenza, avranno sempre aggiornato il database dei ragazzi ai quali è stato assegnato il bonus e potranno agire di conseguenza quando ci sarà da organizzare una gita o un’attività didattica all’esterno. Sulla base di quanto disponibile potranno richiedere una quota ridotta o esonerare del tutto gli interessati da ogni pagamento.

Se il ragazzo avrà già svolto l’attività didattica al momento dell’arrivo del bonus, sarà responsabilità della scuola stessa rimborsare le famiglie delle somme versate.

 

scambio culturale
scambio culturale – lafuriaumana.it

 

Dove e come fare la domanda

La domanda per il bonus gite scolastiche potrà essere inoltrata sul nuovo portale Unica del Ministero dell’Istruzione accedendo all’area personale una volta iscritti. Ricordiamo che per essere valida la richiesta dovrà essere presente anche la Dichiarazione Sostitutiva Unica per l’ISEE che può essere ottenuta sul portale INPS o dal proprio commercialista.

Ci si può rivolgere anche alla segreteria scolastica, ricordando sempre tutta la documentazione, chiedendo che sia l’istituto a inviare la richiesta. I genitori che hanno più figli potranno inoltrare una richiesta per ognuno. Tutto dovrà essere inviato entro e non oltre il 15 febbraio 2024. Dopo tale data non si potrà più ottenere il bonus.

Impostazioni privacy