Svelato il motivo per cui il cane fa lo “sguardo colpevole” dopo una marachella: ti farà tenerezza

Antonetta Del Prete

Chi possiede un cane lo sa benissimo: gli occhietti colpevoli dopo un disastro non mancano mai nei nostri amici a quattro zampe. Ecco perché.

Tutti coloro che hanno un cane si ritroveranno in questa situazione che capita frequentemente, soprattutto nella fase iniziale in cui si adotta. Può succedere che magari si debba uscire per fare una commissione, lasciando il proprio amico a quattro zampe da solo in casa, e trovarlo al ritorno in soggiorno circondato da resti distrutti di un cuscino di piume o altri oggetti. Il cane sarà lì a guardarti con degli occhioni da cucciolo bastonato, come se si sentisse in colpa. Ti rivedi anche tu in questa descrizione?

Perché il cane fa lo sguardo colpevole
Ti sei mai chiesto perché il cane faccia lo sguardo da colpevole dopo un piccolo disastro? – lafuriaumana.it

In giro per i social molti padroni hanno iniziato a condividere le foto dei loro amici a quattro zampe dopo aver fatto una marachella e con lo sguardo di vergogna, il cosiddetto “dog shaming”. Magari hanno le orecchie, la testa o la schiena abbassate, mentre in altre foto distolgono lo sguardo oppure ancora la loro coda non scodinzola ma è abbassata tra le gambe. Perché i cani hanno questo comportamento, a che cosa stanno pensando? Si sentono veramente in colpa?

Perché i cani fanno lo “sguardo colpevole”?

Per capire il motivo per il quale i nostri amici a quattro zampe hanno questo comportamento un gruppo di ricercatori ha organizzato un esperimento. Hanno invitato alcuni cani con i loro padroni in una stanza ed hanno messo davanti a loro un gustoso croccantino. I proprietari hanno poi lasciato la camera dopo aver ordinato agli animali di non mangiarlo.

il cane fa sempre lo sguardo colpevole, anche se non ha fatto nulla
Pare che i cani assumano l’espressione colpevole se noi siamo i primi ad avere una faccia arrabbiata – lafuriaumana.it

Durante l’assenza dei proprietari ad alcuni cani è stato dato il bocconcino che era stato proibito loro di mangiare mentre ad altri no. I proprietari poi sono stati fatti rientrare nella stanza e gli è stato detto se il cane aveva mangiato il croccantino o lo aveva lasciato sul tavolo come gli era stato comandato. Tuttavia solo ad alcuni proprietari è stato riferito che l’animo a quattro zampe lo aveva mangiato anche se non lo aveva fatto.

Ebbene i cani hanno mostrato lo sguardo colpevole, tutti in egual modo, sia quelli che hanno mangiato il croccantino e sia quelli che non lo avevano mangiato. La differenza stava nell’aspetto della faccia dei loro padroni che li hanno rimproverati, anche lievemente, pensando che avessero mangiato il croccantino. I nostri amici a quattro zampe assumono questo aspetto come a voler dire “Mi dispiace per quello che ho fatto”.

Ma succede solo se vedono che la nostra faccia è arrabbiata, anche se non hanno fatto nulla di male. Quindi lo “sguardo colpevole” dei cani non è un’espressione di colpa, è un riflesso della disapprovazione che possono vedere sul viso del loro padrone, a prescindere dal fatto che abbiano combinato un disastro o meno. In conclusione, la prossima volta che sospetti che il tuo cane abbia combinato qualcosa che non avrebbe dovuto, magari pensaci due volte prima di rimproverarlo!

Impostazioni privacy