Attenzione alle diete squilibrate, si rischia la carenza di ferro, quali sono i sintomi e quali cibi non devono mancare

Danila Franzone

Se sei a dieta da un po’ potresti avere una carenza di ferro. Scopri quali sono i sintomi e come rimediare.

Chi segue spesso diete per perdere peso finisce, specie se non seguito da uno specialista, con l’alimentarsi in modo squilibrato. Ciò può portare a diversi scompensi tra i quali spicca la carenza di ferro.

dieta e carenza di ferro
carenza di ferro da dieta, quali cibi mangiare (lafuriaumana.it)

Questa sostanza, indispensabile per il nostro organismo, viene spesso a mancare quando si mangia di meno e può portare a tutta una serie di sintomi difficili da riconoscere ma che possono abbassare la qualità della vita. Per cambiare le cose, quindi, è bene capire se si corre questo rischio e quali cibi non andrebbero mai eliminati per evitare pericoli per la salute.

Come capire se si ha una carenza di ferro da dieta e come rimediare

Se anche tu ti trovi spesso a restringere le calorie eliminando cibi che ritieni più dannosi per la tua linea, potresti avere dei livelli di ferro basso. Questo, infatti, nel corso della vita può diminuire in base a diverse circostanze come la gravidanza, le perdite abbondanti di sangue, l’esagerata attività fisica e, appunto, le diete.

dieta e carenza di ferro
quali cibi mangiare in caso di carenza di ferro da dieta (lafuriaumana.it)

In genere i sintomi da carenza di ferro sono tanti e vari e per questo difficili da collegare subito a questa sostanza. Tra i più noti ci sono stanchezza generale, frequenti emicranie, capelli e unghie fragili, fiato corto, colorito pallido, scarsa concentrazione, irritabilità e facilità alle infezioni.

Tutti problemi che si possono ovviamente verificare con un esame del sangue ed evitare cambiando modo di alimentarsi. Per far sì che il ferro non diminuisca è infatti importante conoscere i cibi giusti da consumare anche quando si è a dieta. Tra questi ci sono la carne, il pesce (in particolare quello azzurro), il tuorlo, i legumi e la frutta secca che aiuta a combattere anche il freddo. Tutti alimenti che spesso vengono eliminati erroneamente ai fini di un dimagrimento più veloce ma la cui mancanza può andare ad indebolire l’organismo rendendolo anche meno efficiente.

Se ti senti debole e scopri di avere una carenza di ferro, quindi, puoi optare per una dieta studiata da un nutrizionista ed in grado di far salire i livelli del ferro o mantenerli stabili se questo è ancora nei limiti. In casi più gravi può rendersi necessaria anche un’integrazione dello stesso che andrà sempre suggerita dal medico in quanto non è possibile ricorrere al fai da te. Detto ciò, mangiare in modo equilibrato resta sempre il miglior modo per mantenersi in salute e con un organismo sempre sano ed efficiente.

Impostazioni privacy