Se hai difficoltà ad addormentarti usa questa tecnica: prendi sonno in 5 minuti

Noemi Aloisi

Disturbi del sonno: scopri da cosa dipendono e come puoi risolvere il problema, svelata una tecnica infallibile.

Molte persone, possono avere problemi a dormire, in alcuni casi può essere compromessa la qualità della vita e alterate le normali attività fisiologiche del corpo. Nella maggior parte dei casi, il soggetto non sa come porre rimedio a questo problema. I disturbi del sonno possono causare stanchezza cronica, deficit di attenzione, irritabilità e stress.

tecnica per addormentarti
Difficoltà a dormire? Utilizza questa tecnica – lafuriaumana.it

Solitamente una persona in media dorme dalle 7 alle 8 ore a notte, tuttavia c’è chi necessita anche di 10 ore o chi riposa a sufficienza anche per 5 o 6 ore. Ci sono vari fattori che influenzano la qualità del sonno tra cui, disturbi dell’umore, depressione, ansia, abuso di sostanze come caffè, alcol, nicotina, cibi pesanti e attività sportiva 3/4 ore prima di dormire.

Difficoltà ad addormentarsi, scopri i rimedi

Quando abbiamo problemi di sonno, durante il giorno potremmo riscontrare i seguenti disturbi: stanchezza eccessiva, disturbi della memoria e di concentrazione, sonnolenza, disturbo dell’umore, ansia e irritabilità. Nella maggior parte dei casi, questa condizione è occasionale potrebbe infatti dipendere da alcune cattive abitudini, o da un periodo particolarmente stressante, in questi casi esistono vari metodi per conciliare il sonno.

tecnica per addormentarti
Difficoltà a dormire: ecco come porvi rimedio – lafuriaumana.it

È consigliato, ascoltare una musica rilassante, concentrarsi sul proprio respiro, meditare, fare una doccia e bere un infuso rilassante. Esisterebbe poi anche un altro metodo abbastanza efficace per addormentarsi in fretta, si tratta del Cognitive Shuffling, questa tecnica incoraggerebbe il cervello ad entrare in uno stato di rilassamento, si basa sulla creazione di immagini visive facendo lavorare l’immaginazione.

Lavorando in questo modo, si riuscirebbe a cadere in uno stato di sonnolenza, per svolgere questa attività, dobbiamo concentrarci su immagini e concetti casuali, che non hanno nulla a che vedere con la nostra quotidianità, in modo tale da staccare la spina e favorire il rilassamento, non bisogna dare un senso a tali stimoli.

Praticarlo è molto semplice, basterà mettersi a letto, a questo punto basterà pensare a una qualunque parola, se ad esempio abbiamo pensato a un fiore, visualizziamolo nella nostra mente, e visualizziamo anche come la parola è scritta e le lettere da cui è composta, pensiamo poi ad altre parole che iniziano con la stessa lettera in questo caso la F.

Si tratta dunque di immaginare un oggetto e visualizzare come è scritto senza concentrarsi troppo sul significato che può avere per noi, statisticamente utilizzando questo metodo, dovremmo riuscire ad addormentarci dopo 15 minuti al massimo. È bene provare diverse tecniche per favorire il sonno prima di ricorrere ai farmaci, una volta superata quella soglia infatti sarà poi difficile tornare indietro.

Impostazioni privacy