Se vuoi incontrare i fantasmi visita questo castello: si trova in Italia ed è solo per veri coraggiosi

Noemi Aloisi

Se sei appassionato di fantasmi e misteri, devi assolutamente visitare questo castello in Italia, scopri dove sta e a cosa potresti andare incontro.

Una delle poche certezze della nostra esistenza, è che prima o poi moriremo, esserne coscienti ci distingue dagli animali, tuttavia cosa accadrà dopo questo passaggio, resta ancora ignoto. Le teorie sono molte, ma non ci sono sicurezze a riguardo. Legati alla morte, ci sono anche tutta una serie di rituali, ad esempio la sepoltura risale a 90.000 anni fa, alcune pitture rupestri sempre di migliaia di anni fa, hanno raffigurato diversi viaggi degli spiriti in stato di trance.

Se vuoi incontrare i fantasmi visita questo posto
C’è un castello in Italia che si dice sia infestato dai fantasmi – lafuriaumana.it

Secondo gli antichi Egizi la vita nell’oltretomba, era una certezza, tanto da essere descritta in maniera dettagliata sul libro dei morti. Dunque fin dall’antichità diversi popoli hanno creduto ad una vita dopo la morte. Oltre ad un mondo a parte, sono state fatte anche diverse congetture sul fatto che i morti continuino a circolare nel nostro mondo attraverso alcune manifestazioni, diventando dei fantasmi o degli spiriti.

Fantasmi, se ti incuriosisce l’argomento visita questo castello

In Italia, ci sono molti posti magici, chi è un amante di storie macabre, spiriti, misteri e fantasmi, deve assolutamente visitare questo castello, si tratta di uno dei più antichi dell’Emilia-Romagna, nel dettaglio è il Castello di Rivalta in provincia di Piacenza. Questo luogo intorno al XXIII secolo fu protagonista di un atroce delitto, Giuseppe era un cuoco dei conti Zanardi Landi, che abitavano lì da generazioni.

Castello per veri coraggiosi
Il Castello di Rivalta, in Emilia Romagna, sarebbe infestato dallo spirito di Giuseppe – lafuriaumana.it

L’uomo era famoso per le sue eccellenti ricette, tuttavia aveva iniziato una relazione con la moglie del maggiordomo che una volta scoperto il tradimento decise di vendicarsi. Lo aggredì con un coltello mentre era in cucina, e dopo averlo ferito a morte, lo trascinò fino al pozzo e lo gettò nel fondo, il corpo rimase nascosto a lungo tuttavia il suo spirito non trovò mai pace. Si racconta infatti che anche ora, a distanza di tantissimi anni, si possa avvertire la sua presenza nel castello.

Ciò accadrebbe principalmente nelle ore notturne, può capitare che si percepiscano dei rumori provenienti dalla cucina, come se qualcuno stesse preparando dei piatti. Non finirebbe qui, accadrebbero infatti diverse cose strane, le luci infatti si accendono e si spengono da sole, gli elettrodomestici iniziano a funzionare senza corrente e diversi visitatori hanno anche raccontato di aver sentito il battito del cuore provenire dal pozzo.

C’è addirittura chi ha dichiarato di aver visto il suo volto riflesso nelle finestre del castello, il fantasma di Giuseppe è considerato uno spirito dispettoso e rumoroso, dunque un poltergeist. Questo castello è uno dei più antichi e suggestivi dell’Emilia-Romagna, è possibile visitarlo e optare anche per un pernotto, è inoltre famoso per essere infestato anche da un altro fantasma, quello di Piero Zanardi Landi. L’uomo è stato ucciso nel XVI secolo da un parente per motivi legati a questioni ereditarie.

Impostazioni privacy