Allarme dei nutrizionisti: non fate assolutamente mangiare questi cibi ai vostri bambini

Chiara R

I nutrizionisti avvertono i genitori, ci sono cibi che nessun bambino dovrebbe mangiare. Vediamo quali sono.

I nutrizionisti sconsigliano questi cibi per i bambini
I nutrizionisti sconsigliano questi cibi per i bambini

Se avete dei bambini saprete bene quanto sia fondamentale rispettare alcune tappe cruciali della loro crescita, soprattutto per quanto riguarda l’alimentazione. I nutrizionisti giocano un ruolo essenziale, affiancando il pediatra nel fornire consigli preziosi ai genitori su cosa sia opportuno far mangiare ai bambini in base alla loro età. Nella fase finale della crescita, in particolare, i nutrizionisti sono chiari nel sottolineare alcuni cibi che dovrebbero essere evitati fino al compimento dei 5 anni di età. Esaminiamo le ragioni di queste raccomandazioni e soprattutto quali cibi sono coinvolti.

I cibi sconsigliati dai nutrizionisti

L’alimentazione è il carburante essenziale per la nostra vita, e quando si parla di bambini è ancora più importante. Bisogna prestare particolare attenzione a quello che si fa mangiare ai più piccoli, per consentire loro di crescere bene e di non avere problemi nell’assimilazione dei nutrienti

I nutrizionisti sono degli importanti consulenti nella vita dei bambini, e lavorano offrendo indicazioni mirate ai genitori e ai pediatri. Sebbene ci siano alimenti che favoriscono la crescita sana, ce ne sono altri che, secondo i nutrizionisti, dovrebbero essere evitati almeno fino ai 5 anni di età. Le ragioni di questo divieto variano, ma tutte sono altamente significative.

I cibi da evitare per i bambini
I cibi da evitare per i bambini

Tra i primi alimenti troviamo i pesci contenenti mercurio, sconsigliati anche agli adulti. Scegliete sempre pesci azzurri come merluzzo, sardine e sgombro per limitare i danni sin dalla prima infanzia. Il mercurio presente in alcuni pesci può essere dannoso per lo sviluppo e non solo.

Ma vediamo cos’altro è meglio evitare per i più piccini.

Attenzione a questi cibi

Durante questa la fase di crescita, come fonte di nutrizione è meglio preferire il latte vaccino a quello vegetale. Nel caso non fosse possibile, sono da evitare le bevande vegetali a base di riso, che potrebbero contenere arsenico.

Un’altra tipologia di cibi da evitare sono quelli poco cotti, con particolare attenzione al sushi, che potrebbe causare intossicazioni alimentari.

Cibi poco cotti
Cibi poco cotti

Sembrerà scontato, ma mai somministrare caffeina ai più piccoli. In questo caso, non bisogna limitarsi a pensare solo al caffè, in quanto la caffeina è presente anche nel cioccolato, nel tè e nelle bevande energetiche. Tutti questi alimenti dovrebbero essere eliminati dalla dieta del bambino, anche per non causare sovreccitazione.

Ultimi ma non per questo meno importanti, attenzione a tutti i cibi a rischio soffocamento. Popcorn, caramelle gommose e piccoli pezzi di dolce rappresentano un potenziale rischio di soffocamento per i bambini. Evitare tali alimenti, che potrebbero essere difficili da ingerire e rimanere incastrati in gola.

 

Impostazioni privacy