Bonus 550 euro per i lavoratori, se hai questo requisito affrettati: hai poco tempo

Daniela Paolucci

Il bonus di 550 euro destinato ai lavoratori è disponibile per chi soddisfa determinati requisiti. Nel caso in cui tu rientri in questa categoria, è consigliabile procedere subito poiché il tempo a disposizione è limitato.

Bonus 550 euro
Bonus 550 euro – lafuriaumana.it

Il bonus annuale da 550 euro dedicato ai lavoratori part-time e stagionali è stato prorogato anche per il 2023. Confermando così l’impegno a favore di questa categoria introdotto con il Decreto Aiuti. Questa agevolazione, che si configura come una somma erogata una sola volta, è stata istituita per sostenere coloro che lavorano con contratti a tempo parziale e subiscono periodi di sospensione dell’attività lavorativa di almeno un mese. L’INPS ha specificato che tale incentivo si applica a tutte le tipologie di contratto part-time che rispettano i requisiti di sospensione previsti.

Bonus 550 euro, come fare domanda

Per ottenere questo bonus, i lavoratori devono presentare la domanda entro il 15 dicembre 2023, esclusivamente in via telematica. L’accesso può avvenire attraverso la pagina dell’INPS, utilizzando Spid, Carta d’identità elettronica o Carta nazionale dei servizi. Una volta effettuato l’accesso, bisogna selezionare la sezione “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche” e poi navigare verso “Prestazioni e servizi”, per poi scegliere “Indennità una tantum per i lavoratori a tempo parziale ciclico verticale”.

Bonus foto
Bonus – lafuriaumana.it

Allo stesso modo, è possibile recarsi presso gli istituti di Patronato o contattare il servizio telefonico del Contact Center Multicanale al numero fisso 803 164 o, da telefono mobile, al 06.164164.

Chi può richiederlo?

L’agevolazione è destinata a tutti i lavoratori che hanno registrato una sospensione del lavoro di almeno un mese. Le specifiche del decreto fiscale del 16 ottobre scorso elencano le categorie di lavoratori che possono fare domanda per il bonus di 550 euro.

Si tratta dei dipendenti di aziende private con contratto di lavoro a tempo parziale ciclico nell’anno 2022. Con periodi non completamente lavorati di almeno un mese in via continuativa, complessivamente compresi tra sette e venti settimane a causa di sospensione ciclica della prestazione lavorativa. È importante notare che, al momento della richiesta, tali lavoratori non devono essere titolari di altri rapporti di lavoro dipendente né percettori di un trattamento pensionistico né della NASpI.

Soldi euro
Soldi – lafuriaumana.it

Un aspetto cruciale da tenere presente riguarda la cumulabilità del bonus con altre agevolazioni. In questo caso, il bonus non è compatibile né con la NASpI né con trattamenti pensionistici. E può essere richiesto solo una volta da ciascun lavoratore. Va sottolineato che il bonus non concorre alla formazione del reddito, ma è invece possibile accumularlo con l’assegno di invalidità. Con questa proroga per il 2023, si rinnova l’impegno a supportare i lavoratori part-time e stagionali, offrendo loro un ulteriore sostegno economico in un contesto di sospensione dell’attività lavorativa.

Impostazioni privacy