Bonus montascale: tanti soldi che cambiano e semplificano la vita, guida pratica

Veronica Iezza

Scopri il Bonus Montascale: un’opportunità finanziaria che trasforma la tua vita.  Come ottenere le agevolazioni economiche semplificando il percorso verso un quotidiano più accessibile e indipendente.

Guida pratica al Bonus montascale
Bonus montascale: una via semplice per trasformare la tua casa e risparmiare – lafuriaumana.it

Con l’avvento della nuovissima manovra finanziaria, emergono conferme e smentite riguardo ai bonus che ci accompagneranno nei prossimi anni. Una notizia positiva giunge con la proroga del bonus montascale fino al 2025, inserito nel più ampio contesto del Bonus barriere architettoniche. Quest’ultimo offre una deduzione del 75% sulle spese sostenute per installare ascensori, montacarichi o per la sostituzione di impianti di automazione in edifici e unità immobiliari.

Questo bonus copre anche le spese connesse allo smaltimento e alla bonifica dei materiali dell’impianto sostituito, rendendolo ancora più completo e vantaggioso. È parte integrante del Bonus barriere architettoniche, l’unico ancora attivo che consente sia lo sconto in fattura sia la cessione del credito.

Ma come funziona esattamente il Bonus Montascale?

Nel quadro delle iniziative promosse dal governo Meloni, alcuni mirano al miglioramento dell’accessibilità in casa per le persone con disabilità fisica. Tra queste, spicca il Bonus montascale. L’acquisto di un montascale per disabili può notevolmente migliorare la qualità della vita, consentendo di superare le barriere architettoniche come le scale e garantendo un accesso agevole a tutte le zone della casa. Un montacarichi, inoltre, assicura maggiore indipendenza, autonomia e sicurezza nelle attività quotidiane.

Bonus montascale per un accesso facile e risparmi consistenti
Rendi la tua casa accessibile e risparmia con il Bonus montascale – lafuriaumana.it

Oltre ai benefici funzionali, l’investimento in un montascale contribuisce a incrementare il valore dell’intero immobile in caso di futura vendita. Il Bonus montascale offre una detrazione del 75% delle spese sostenute, da ripartire in 5 anni con tasso uniformi, fino a un massimo di spesa variabile. Possono accedere al bonus anche i detentori degli immobili, a condizione che sostengano direttamente le spese degli interventi e che gli immobili siano oggetto di un contratto di locazione regolarmente registrato al momento dell’avvio dei lavori o al momento delle spese.

Per usufruire del bonus, è necessario presentare una specifica dichiarazione al fornitore del montascale, all’impresa che eseguirà i lavori o a un tecnico abilitato. Al termine dei lavori, chi richiede il Bonus montacarichi dovrà ottenere un certificato attestante il superamento delle barriere, redatto da un tecnico abilitato. L’Agenzia delle Entrate ha chiarito recentemente che il Bonus barriere architettoniche, e quindi il Bonus montascale, è destinato solo a lavori su edifici già esistenti, seguendo la normativa del DM 236/1989. Un modo pratico e conveniente per migliorare la vita quotidiana e rendere gli spazi abitativi più accessibili a tutti.

Impostazioni privacy