Cenere del camino, non buttarla via e usala in questo modo: hai sempre sbagliato tutto

Susanna Bargiacchi

Hai sempre sbagliato tutto buttando la cenere del camino. La devi usare in questo modo e vedrai quanto risparmio a fine mese.

Cenere del camino
Cenere del camino

 

Esistono antiche e sagge tradizioni che rischiano di andare perdute con le generazioni dei nostri nonni, tra cui la capacità di conferire una nuova vita alla cenere. Lo sai che hai sempre sbagliato tutto buttando via la cenere del camino? Devi usarla in questo modo.

Cenere del camino, non buttarla più: usala così

In un periodo non così lontano, appena qualche decennio fa, quando il mondo presentava una realtà completamente differente rispetto a oggi, caratterizzato da una vita più “lenta” ma allo stesso tempo più ardua, nulla veniva gettato via. In particolare, le preziose risorse fornite dalla natura erano soggette a un riciclo più o meno “creativo”. Un esempio eloquente è rappresentato dalle ceneri dei camini e delle stufe: se oggi sono considerate un fastidioso rifiuto da smaltire, in passato costituivano una ricchezza inestimabile. Vale la pena di esplorare questa pratica?

Usare la cenere del camino
Usare la cenere del camino

 

Va detto che almeno fino al secondo dopoguerra, la maggior parte delle abitazioni aveva come unica fonte di riscaldamento il camino e la stufa alimentati a legna. Di conseguenza, la quantità di cenere prodotta giornalmente era considerevole. Tuttavia, il problema dello smaltimento non sussisteva: le nonne di allora “riciclavano” quella polvere grigia per uno scopo di fondamentale importanza, una pratica che forse vale la pena di redescrivere.

Come dare seconda vita alla cenere

Sarà capitato di sentire parlare della lisciva? Oggi il termine può risultare sconosciuto a molti, ma in un passato recente era familiare in molte case. Esso designava il “detersivo” preparato in casa dalle nonne proprio a partire dalle ceneri. Il risultato era eccezionale: la biancheria ritornava impeccabilmente bianca e completamente igienizzata.

Inoltre, con un impatto ambientale praticamente nullo: nessun consumo di elettricità, nessun rifiuto da smaltire. Un’antica “arte” che potrebbe trovare applicazione anche nei giorni nostri.

Cenere usi
Cenere usi

 

In effetti, le origini della lisciva risalgono a epoche ancor più remote rispetto ai tempi dei nostri nonni. Addirittura, 2.500 anni prima della nascita di Cristo, gli Assiri la impiegavano per lavare i loro indumenti e le stoviglie. Questa pratica si diffuse anche nel bacino del Mediterraneo durante il Medioevo, il Rinascimento, la Restaurazione e fino all’inizio del secolo scorso.

Detersivo ecologico fatto in casa con la cenere del camino

La procedura è semplice. Si parte raccogliendo la cenere del camino, setacciandola accuratamente per liberarla dalle impurità (sebbene questo passaggio possa essere omesso), si aggiunge dell’acqua e si fa bollire il tutto per un paio d’ore, per poi filtrare il liquido ottenuto.

Impostazioni privacy