Come capire se qualcuno ti spia su Whatsapp: fai molto attenzione a questo segnale

Daniela Paolucci

Per riuscire a individuare se qualcuno ti spia su WhatsApp, è estremamente cruciale prestare molta attenzione a un particolare segnale.

WhatsApp ti spia
WhatsApp ti spia – Lafuriaumana.it

Nel contesto dell’uso sempre più diffuso di computer, tablet e smartphone, la questione della privacy online è diventata centrale. Proteggerla senza dedicare particolare attenzione ai dettagli può essere complicato, specialmente quando, accettando rapidamente le condizioni di un contratto o concedendo il proprio consenso, si rischia di divulgare più informazioni del desiderato a terze parti.

Nel caso delle app di messaggistica istantanea, accessibili anche attraverso la versione web, la questione diventa ancora più intricata, richiedendo l’adozione di accorgimenti per difendersi da occhi indiscreti o intenti malevoli.

Qualcuno ti spia su whatsapp? Cosa fare

Se si limita l’uso delle app di messaggistica istantanea al solo smartphone e non si lascia il dispositivo incustodito, si compie già un passo utile per tutelare la propria privacy. Ma cosa accade quando si utilizza la versione desktop? Come è possibile capire se qualcuno sta spiando su WhatsApp e adottare misure per limitare le intrusioni?

Applicazione WhatsApp
Applicazione WhatsApp – lafuriaumana.it

Innanzitutto, è importante considerare che l’attivazione dell’applicazione su un computer avviene mediante un consenso espresso tramite QR code. Ma l’opzione “rimani connesso” comporta rischi maggiori. È sufficiente che una persona di fiducia utilizzi brevemente il proprio telefono per effettuare l’accesso e rimanere collegata al proprio dispositivo, consentendo così a un’altra persona di accedere alla propria vita privata. Questo sistema è efficace solo se non sono state impostate protezioni biometriche, le quali potrebbero non essere attivate o non essere disponibili a seconda del modello del telefono.

Per scoprire se qualcosa ti spia tramite gli accessi web, è rassicurante sapere che l’app di messaggistica istantanea più diffusa al mondo non può essere utilizzata contemporaneamente su due smartphone diversi. Inoltre, è possibile verificare rapidamente i dispositivi connessi attraverso le impostazioni dell’app, accedendo alla voce “dispositivi collegati” e disattivandoli in caso di sospetti, garantendo così la propria privacy.

Fai attenzione ai permessi

È consigliabile fare una verifica quotidiana e, se si è particolarmente sospettosi, evitare di lasciare dispositivi connessi dopo l’utilizzo della versione web dell’app, principio che si applica anche a Telegram, pur essendo meno diffusa ma comunque molto utilizzata.

Whatsapp sul cellulare
Whatsapp sul cellulare – lafuriaumana.it

Per ulteriore sicurezza, è fondamentale prestare attenzione alle autorizzazioni concesse alle applicazioni. Oltre alla verifica dei dispositivi connessi, è consigliabile controllare la presenza di app sospette, indesiderate e di cui non si ricorda l’installazione. Un controllo delle app in background e l’uso di un antivirus con scansioni periodiche costituiscono buone pratiche.

Inoltre, impostare lo sblocco delle app tramite impronta digitale o attivare l’opzione “Blocco app” su Android per le applicazioni più sensibili aggiunge un livello di sicurezza supplementare, riducendo il rischio di truffe su WhatsApp o su altre applicazioni.

Impostazioni privacy