Oggi partono le domande per il nuovo aiuto di 6.000 euro: tutti i requisiti

Daniela Paolucci

A partire da oggi, è possibile avviare il processo di richiesta per il nuovo aiuto finanziario di 6.000 euro: vediamo tutti i requisiti necessari.

Inps fino a 600€
Inps fino a 600€ – Lafuriaumana.it

A partire da lunedì 18 dicembre, è possibile presentare richiesta per ottenere l’Assegno di Inclusione, noto come ADI, in seguito al lancio del Supporto Formazione e Lavoro (SFL) avviato il 1° settembre. L’ADI entra in vigore anticipatamente rispetto al 1° gennaio 2024, data di inizio della nuova misura di sostegno economico e sociale introdotta dal governo Meloni. Questa anticipazione permette il pagamento dell’agevolazione già entro la fine di gennaio.

Le disposizioni contenute nell’ADI rappresentano un passaggio da un sistema di welfare passivo a uno attivo e generativo, focalizzato non solo sul supporto finanziario, ma anche sull’individuazione dei bisogni personali e sulla fornitura degli strumenti necessari per favorire l’inclusione sociale e lavorativa.

La Ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali, Marina Calderone, ha sottolineato l’importanza di questo cambiamento, definendolo un “passo significativo” verso una misura di inclusione attiva che considera concretamente le esigenze delle persone più vulnerabili, mirando contemporaneamente all’integrazione sociale e lavorativa. Con l’ADI, si sta percorrendo una strada di attenzione centrata sulle persone e le loro necessità.

Nuovo aiuto di 6.000 euro: chi può richiederlo

L’ADI è destinato ai nuclei familiari che soddisfano almeno uno dei seguenti criteri:

  • Minorenni
  • Over 60
  • Persone con disabilità
  • In condizioni di svantaggio e inserite in programmi di cura e assistenza dei servizi socio-sanitari territoriali certificati dalla Pubblica Amministrazione.
Logo INPS
INPS – lafuriaumana.it

È fondamentale inoltre che:

  • L’ISEE non superi la soglia di 9.630 euro.
  • Il patrimonio immobiliare, in Italia e all’estero, non superi i 30mila euro.
  • Il patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti, ecc.) non superi:
    • 6mila euro per nuclei composti da 1 solo componente
    • 8mila euro per nuclei composti da 2 componenti
    • 10mila euro per nuclei composti da 3 o più componenti (con un aumento di 1.000 euro per ogni figlio a partire dal terzo).

Sono richiesti inoltre altri requisiti, tra cui la cittadinanza europea o l’iscrizione ai registri di soggiorno, la residenza in Italia da almeno 5 anni, e l’assenza di misure cautelari o condanne definitive negli ultimi 10 anni.

Importo e modalità di erogazione dell’ADI

L’importo esatto dell’ADI dipende da una scala di equivalenza che considera i componenti del nucleo familiare nelle condizioni sopra indicate. L’importo massimo è di 6mila euro all’anno, con possibilità di incremento fino a 7.560 euro in base alla composizione familiare e a specifiche esigenze abitative. L’aiuto può essere rinnovato per 12 mesi, con una sospensione di un mese.

Soldi nuovo aiuto
Soldi – la furiaumana.it

L’ADI viene erogato tramite la Carta di Inclusione emessa da Poste Italiane, che consente acquisti e prelievi in contanti entro un limite mensile di 100 euro per persona. È possibile anche effettuare bonifici mensili al locatore indicato nel contratto di locazione.

Le richieste di ADI possono essere presentate esclusivamente online attraverso il sito dell’INPS tramite SPID, presso i patronati, o presso i Caf a partire da gennaio 2024.

Impostazioni privacy