Queste piante non dovrebbero mai stare in casa: il motivo è scioccante, eliminale subito

Susanna Bargiacchi

Hai queste piante in casa? È un gravissimo errore per un motivo che ti lascerà senza parole, non lo sa nessuno.

Piante in casa portano sfortuna
Piante in casa portano sfortuna

 

Secondo la tradizione queste piante non dovrebbero mai essere posizionate dentro la propria abitazione. Il motivo è semplice: portano sfortuna, soprattutto se messe  in zone non corrette. Facciamo chiarezza?

Quali sono le piante da non avere mai in casa

Nel vasto tessuto della tradizione, esistono credenze radicate che attribuiscono caratteristiche benefiche o malefiche alle piante, influenzando il modo in cui vengono accolte nelle nostre abitazioni. In particolare, la saggezza popolare tramanda che alcune piante siano portatrici di sfortuna, suggerendo di evitarle in casa. Scopriamo insieme quali sono queste piante considerate tradizionalmente inauspicaci e come, seguendo dettagliate pratiche di posizionamento, possano trasformarsi in fonti di armonia e prosperità.

Ficus elastica (Gommier)

Il ficus elastica, pur essendo apprezzato per la sua eleganza, è associato a credenze che suggeriscono di evitare di collocarlo nella propria dimora. Secondo la tradizione, la sua presenza in casa potrebbe attrarre difficoltà finanziarie. Tuttavia, posizionare il ficus elastica vicino all’ingresso, in modo che funga da filtro energetico, potrebbe trasformare questa pianta in un custode benevolo che protegge dagli influssi negativi.

Piante da non mettere in casa

Sansevieria (Lingua di suocera)

La Sansevieria, conosciuta anche come “lingua di suocera”, è reputata tradizionalmente portatrice di tensioni e dispute familiari. Per contrastare questa connotazione, è consigliabile posizionarla in aree in cui si avverte la necessità di migliorare la comunicazione, come il soggiorno o la sala da pranzo. La sua presenza può agire come un pacificatore, favorendo il dialogo e la comprensione reciproca.

Crassula (Pianta dei soldi)

Nonostante la Crassula sia spesso considerata un simbolo di prosperità e ricchezza, secondo la tradizione, se posta all’interno di casa, potrebbe attirare difficoltà finanziarie. Un’alternativa positiva è piantare la Crassula in giardino o in vasi all’aperto, dove può contribuire a favorire la crescita economica e il benessere finanziario dell’intera famiglia.

Cactus

Il cactus, sebbene celebre per la sua resistenza e adattabilità, è spesso evitato nelle dimore secondo la tradizione. Si ritiene che porti energia negativa e ostacoli nella vita quotidiana. Tuttavia, collocare il cactus vicino alle finestre o alle porte d’ingresso può fungere da scudo protettivo, respingendo influenze negative e preservando la tranquillità del luogo.

Piante da non avere in casa
Piante da non avere in casa

Piante Appartamento (Spatifillo)

Lo Spatifillo, noto anche come “piante appartamento”, è associato a credenze negative quando collocato all’interno delle mura domestiche. La tradizione suggerisce di evitare di posizionarlo in aree ad alto flusso energetico, come la camera da letto o la cucina. Tuttavia, in giardino o all’esterno della casa, lo Spatifillo può prosperare, purificando l’aria e contribuendo al benessere ambientale.

Filodendro

Il filodendro, con la sua bellezza tropicale, è spesso considerato una scelta sfortunata per la casa. Si ritiene che possa causare incomprensioni e tensioni nelle relazioni familiari. Al fine di neutralizzare questa presunta negatività, posizionare il filodendro in spazi dedicati al relax, come lo studio o una zona di meditazione, può trasformarlo in un elemento armonizzante, promuovendo la calma e la serenità.

Orchidea

Nonostante la sua eleganza e la popolarità come regalo, l’orchidea è talvolta considerata un portatore di sfortuna nella tradizione. Si crede che possa influenzare negativamente la vita amorosa dei residenti. Tuttavia, per scongiurare questa credenza, posizionare l’orchidea nella camera da letto può trasformarla in un simbolo di passione e amore duraturo, secondo alcune interpretazioni mitologiche.

Impostazioni privacy