Scegliere i cereali a colazione, fai molta attenzione all’etichetta o rischi grosso

Chiara R

Molte persone scelgono di mangiare i cereali a colazione per una corretta alimentazione. Attenzione però alle scelte che si fanno.

Come scegliere i cereali a colazione
Come scegliere i cereali a colazione

I cereali sono da sempre una delle scelte maggiori per la colazione. C’è chi preferisce tuffarli in una tazza di latte, vaccino o vegetale, chi nello yogurt e chi semplicemente li mangia da soli. In commercio ne esistono moltissimi tipi e varietà, con o senza zucchero, al cioccolato o alla frutta, insomma ce n’è per tutti i gusti. E proprio perchè non sono tutti uguali, bisogna prestare la massima attenzione in fase di scelta per non rischiare di compromettere la nostra alimentazione. Ma come si fa a essere sicuri di stare scegliendo i giusti cereali?

Come scegliere i cereali a colazione

Iniziare la giornata con una porzione di cereali è una scelta davvero ottima. Utili al nostro organismo, ci forniscono la giusta energia e i nutrienti necessari a sostenerci per tutto il giorno.

Nonostante le raccomandazioni, sono moltissime le persone che saltano il primo pasto della giornata. La maggior parte lo fa perchè non ha fame e non riesce a mangiare appena sveglio, moltissime persone però dichiarano di non fare colazione a causa del poco tempo a disposizione.

Cereali e mirtilli
Cereali e mirtilli

Tra chi non si risparmia il pasto più importante della giornata, si stima che i cereali siano la colazione di circa il 70% delle persone, un dato decisamente molto alto. Proprio perchè la prima colazione è importante, la giusta importanza va data anche a ciò che mangiamo. E sempre più nel corso del tempo, aumentano gli acquisti di cereali senza glutine e di muesli, sinonimo del fatto che le persone non si accontentano più dei “semplici” corn flakes ma voglio abbinare un minimo di gusto al loro latte o allo yogurt.

Non sono mangiati solo perchè buoni, gustosi e croccanti, ma per una sempre maggiore consapevolezza riguardo quello che fa bene al nostro organismo. Ed è per questo motivo che è importante saper scegliere i cereali adeguati per la colazione. Ma come possiamo farlo?

I valori nutrizionali da guardare

I cereali a colazione sono in grado di darci una carica incredibile. Ricchi di carboidrati, fibre e vitamine, sono un ottimo apporto nutrizionale per il nostro organismo. Inoltre consumare cereali può aiutare a evitare picchi glicemici che sfociano poi in attacchi di fame.

Non tutti i cereali però sono uguali. Alcuni infatti riportano enormi quantità di zuccheri o di ingredienti superflui, utili solo ad aggiungere gusto o colore al prodotto e renderlo più saporito e attraente.

I cereali adatti a una prima colazione non dovrebbero essere nulla di troppo complesso, dovrebbero contenere una giusta quantità di carboidrati e una minima di zuccheri, una buona quantità di fibre per aumentare la sazietà e favorire il regolare transito intestinale, e contenere la giusta quantità di vitamine e minerali, anche se molto spesso si tratta di un arricchimento.

Porridge con frutta
Porridge con frutta

Per avere un’idea dei giusti apporti, potete fare un confronto diretto quando vi recate al supermercato, leggendo le tabelle nutrizionali e vedendo quali sono i valori più affini al vostro tipo di alimentazione.

Se dovessimo eleggere il cereale più adatto alla prima colazione sarebbe senza dubbio l’avena. Un cereale versatile, che può essere consumato anche cotto per un porridge, al quale può poi essere aggiunta frutta fresca o secca e ulteriori guarnizioni a piacimento.

L’avena ha un altissimo contenuto di fibre e proteine, ottimo perchè la colazione sia non solo nutriente ma anche gustosa e appagante.

 

 

Impostazioni privacy