Se metti la stella di Natale al buio succede un miracolo: il trucco che non conosce nessuno

Daniela Paolucci

Quando posizioni la stella di Natale in un ambiente buio, si verifica un vero e proprio miracolo, un trucco che rimane sconosciuto a molti.

Stella di Natale al buio
Stella di Natale al buio – lafuriaumana.it

Durante il periodo delle festività natalizie, la protagonista indiscussa nelle nostre case è la stella di Natale. Ma cosa fare se la sua luminosità inizia a scemare? Esploriamo insieme il trucco del buio, un metodo efficace per ravvivare questa affascinante pianta, simbolo dei festeggiamenti.

Stella di Natale al buio

La stella di Natale, conosciuta anche come “Euphorbia pulcherrima”, è una pianta a breve durata diurna, il che significa che per prosperare richiede poche ore di luce e molte di buio. Se notiamo che le foglie sono ancora verdi ma manca la caratteristica tonalità rossa, è il momento di intervenire.

stella natale
Stella di Natale – lafuriaumana.it

Spostiamo la pianta in un luogo buio e lasciamola priva di luce per almeno 15 ore al giorno. Un suggerimento è eseguire questa operazione dal pomeriggio fino al mattino successivo, evitando bruschi cambiamenti che potrebbero danneggiare la pianta.

La stella di Natale può perdere le sue foglie colorate dopo le festività. Nonostante ciò, la pianta non è defunta, ma è necessario adottare alcune precauzioni. Quando la pianta rimane “nuda”, è consigliabile mantenerla in ombra, lontana da fonti di luce artificiale come lampadine e televisori.

Se, invece, la stella di Natale è secca, con foglie che si staccano, è necessario intervenire con una potatura. Accorciamo i rami a una lunghezza compresa tra 10 e 20 centimetri, facendo attenzione a non toccare il lattice, in quanto irritante. Dopo il taglio, tamponiamo con un panno umido. Questo processo di cura dovrebbe restituire vitalità alla stella di Natale, facendola rifiorire in tutto il suo splendore.

In primavera, procediamo con una potatura e trasferiamo la pianta in terrazzo. Successivamente, riportiamola in casa verso ottobre/novembre, mantenendola in un ambiente poco luminoso con al massimo 8 ore di luce al giorno. Queste precauzioni favoriscono la crescita di nuovi rami e foglie che riprenderanno il caratteristico colore rosso.

Le cure migliori

La cura della stella di Natale in vaso richiede attenzioni particolari. In primo luogo, evitiamo di toccare il lattice che emette quando potiamo la pianta, poiché è irritante e potrebbe essere pericoloso per cani, gatti e bambini.

Cura della pianta
Cura della pianta – lafuriaumana.it

Per una cura ottimale della stella di Natale, posizionala in luoghi luminosi lontani da fonti di calore. Effettua potatura e rinvaso tra l’inverno e la primavera, mantenendo steli di 10-20 cm e evitando il contatto con il lattice. Irriga solo quando il terreno è asciutto, evitando il ristagno d’acqua. Concima da maggio a settembre con un fertilizzante liquido per piante fiorite. In autunno, esponila alla luce per 8-9 ore e poi spostala in un luogo buio o coprila con un telo scuro per favorire la colorazione delle brattee.

Seguendo questi suggerimenti, la pianta tornerà a fiorire, regalando la bellezza delle sue foglie rosse durante le festività. Con attenzione e cure mirate, potrete godere di questa affascinante pianta anche negli anni a venire.

Impostazioni privacy