Bonus casa 2024 stravolto: facendo così risparmi una fortuna

Chiara R

Il bonus casa 2024 definito dalla nuova Legge di Bilancio porta importanti novità. Vediamo come risparmiare il più possibile.

Bonus casa 2024
Bonus casa 2024

In seguito alla definizione della Legge di Bilancio 2024 sono state dettate anche e linee guida per i bonus dell’anno in corso. Nello specifico, il bonus casa 2024 vede dei cambiamenti che possono portare i cittadini a risparmiare non pochi soldi, se si seguono delle linee guida specifico. Scopriamo insieme le novità e su cosa è possibile risparmiare.

Bonus casa 2024, le novità

Nel 2024 vedremo ancora il bonus casa, un’agevolazione economica non indifferente per moltissime famiglie italiane. Un bonus presente già da qualche tempo, che anche in passato ha permesso a molti di risparmiare non poco sia sull’acquisto di un’abitazione che sull’eredità dell’immobile.

Le agevolazioni maggiori sono senza dubbio rivolte ai giovani e all’acquisto della prima casa, ma sono molti coloro che potranno approfittarne per risparmiare cospicue somme di denaro.

Come risparmiare
Come risparmiare

La manovra di bilancio infatti non si rivolge solo ed esclusivamente alle giovani coppie, ma a tutti coloro che intendono acquistare la prima casa.
C’è stata inoltre un’implementazione del fondo di garanzia, fino a 300 milioni di euro, così da consentire a molte più famiglie di accedere alle agevolazioni.

Si parla anche di super bonus e, allo stesso tempo, di controlli più serrati sulle regolarità catastali.

I cambiamenti per gli immobili

Grazie all’erogazione del nuovo fondo sarà possibile ottenere una garanzia massima pari all’80% del valore dell’abitazione che verrà acquistata come prima casa.

Se prima il requisito era l’età o l’essere una giovane coppia, per il 2024 ci sono dei cambiamenti. Potranno infatti usufruirne tutti coloro che abbiano 3 figli minori di 21 anni con un ISEE che non superi i 40 mila euro, con 4 figli e un ISEE inferiore a 45 mila euro e le famiglie con 5 o più figli, sempre minori di 21 anni, con un ISEE massimo di 50 mila euro.

Riguardo il super bonus c’è una variazione sull’aumento della plusvalenza, che non riguarderà tutti.

Agevolazioni per la prima casa
Agevolazioni per la prima casa

In generale, da 1 gennaio 2024 un immobile migliorato usufruendo del super bonus e venduto prima di 10 anni dall’intervento, vedrà l’applicazione di una tassa del 26% sulla plusvalenza. Si pagherà quindi la percentuale sul valore che gli interventi di ristrutturazione hanno aumentato.

Questa norma non è però applicabile in specifici casi, come gli immobili acquisiti in seguito a una successione e quelli che per i primi 10 anni sono stati utilizzati come prima casa. L’aiuto è quindi rivolto alle famiglie che hanno fatto un investimento al fine di migliorare la propria casa e non a scopo di lucro.

Impostazioni privacy