Come far tornare fragrante il pane secco, svelato il segreto dei ristoranti

Chiara R

C’è un modo per far tornare fragrante il pane secco senza necessariamente doverlo buttare. Vediamo come renderlo nuovamente buono.

Far tornare fragrante il pane secco
Far tornare fragrante il pane secco

Il pane è un alimento molto presente sulle nostre tavole. Sicuramente il più consumato è quello sotto forma di filone o di pagnotta, composto da una croccante crosta e una soffice mollica. Capita spesso però che il pane duri troppo poco e diventi subito duro e immangiabile. Molti finiscono per buttarlo, in realtà c’è un modo molto ingegnoso e semplice per far tornare fragrante il pane secco, vediamo di cosa si tratta.

Pane secco, come farlo tornare buono e fragrante

C’è a chi capita periodicamente, ad alcuni magari sarà capitato a ridosso delle fese a causa delle numerose portate presenti in tavola. Quel che è comune a tutti è che dopo un certo numero di giorni, il filone di pane si indurisce e diventa praticamente immangiabile.
La durata della freschezza del pane dipende da moltissimi fattori, impasto, lievitazione, quantità di sale e, non meno importante, la conservazione. Un filone può durare in casa dai 3 ai 7 giorni a seconda di tutte queste variabili. Ma che fare se diventa secco troppo presto?

Pane a fette
Pane a fette

Molte persone cercano di rimediare tagliando il pane a fette e mettendolo in freezer, così da avere anche delle riserve da scongelare in caso di necessità. C’è chi invece ne fa dei crostini, oppure del pan grattato. Oggi scopriremo come rigenerare il pane secco rendendolo nuovamente buono e fragrante.

Il segreto per rigenerare il pane

Come già anticipato, tra le variabili della durata di un buon filone troviamo la componente acqua. Ovviamente se il pane diventa secco e duro è perchè ha perso l’umidità necessaria a renderlo morbido ma croccante.

Esiste un metodo davvero molto semplice per far sì che quel pane sia ancora buono e possa essere mangiato senza doverlo buttare, evitando così sprechi di cibo e di denaro. Un escamotage spesso utilizzato anche dai ristoranti che offrono pane fresco e che vedrebbero uno spreco eccessivo.

Pane morbido
Pane morbido

Tutto quello che dovrete fare è rendere nuovamente l’umidità necessaria al vostro pane. Ma come si fa? In realtà è molto semplice, dovete prendere il vostro filone secco e passarlo rapidamente sotto l’acqua corrente, cercando di evitare di bagnare troppo la mollica. A questo punto mettetelo in forno a 200° C per circa 5 minuti, il tempo di far evaporare l’acqua in eccesso.

Una volta tolto dal forno, il vostro pane sarà nuovamente morbido ma fragrante, come appena acquistato. Il consiglio è però di mangiarlo in tempi revi, in quanto questo metodo per rigenerare il pane è ottimale solo se utilizzato sul momento.

Impostazioni privacy