Evitare le truffe al telefono: le parole da non dire mai per non trovarsi in guai seri

Chiara R

Le truffe al telefono si diffondono sempre più rapidamente. Vediamo dei semplici consigli per evitare di caderne trappola.

Evitare le truffe al telefono
Evitare le truffe al telefono

 

Le truffe telefoniche sono diventate sempre più sofisticate, e prestare attenzione a ciò che dici al telefono è essenziale per proteggere la tua privacy e evitare guai. In un periodo di crisi diffusa, in cui le truffe si sono moltiplicate in vari settori, compreso quello alimentare, è fondamentale essere consapevoli delle parole che potrebbero metterci in pericolo. Ecco come evitare di cadere nelle trappole dei truffatori.

L’aumento delle truffe 

La crisi economica ha colpito duramente molteplici settori, rendendo le truffe sempre più diffuse. Oltre ai tradizionali furti e truffe fisiche, la criminalità si è estesa per lo più alle chiamate telefoniche, colpendo le persone nei momenti più vulnerabili. Sia che si tratti di frodi online o di chiamate da parte di presunti operatori di servizi, è essenziale rimanere vigili per evitare di cadere in trappola.

Truffatore
Truffatore


Anche le truffe online, veicolate attraverso i social media o le email, sono sempre più comuni. I truffatori, dietro il nome di importanti marchi o società, utilizzano link ingannevoli e false offerte commerciali per ottenere informazioni personali e finanziarie. Tuttavia, le telefonate truffaldine sono altrettanto problematiche, e molte vittime sono state contattate direttamente attraverso chiamate su cellulare o fisso.

Evitare le truffe al telefono

Evitare le truffe al telefono è possibile, basta prestare la giusta attenzione quando si risponde.
In questo caso la prima cosa da fare è essere cauti con le informazioni che condividiamo. Alcune parole e dettagli personali dovrebbero essere tenuti assolutamente riservati.

Ad esempio, mai pronunciare il proprio indirizzo di residenza o il codice fiscale al telefono, poiché queste informazioni possono essere utilizzate in modo malevolo dai truffatori. Il divieto si estende anche ai dati bancari, compreso l’IBAN. Nessuna azienda legittima richiede queste informazioni attraverso una chiamata telefonica improvvisata.

Truffa via telefono
Truffa via telefono

Un ulteriore aspetto da considerare è il POD per l’energia elettrica e il PDR per il gas, presenti nelle bollette. Questi codici contengono informazioni personali cruciali e non dovrebbero mai essere divulgati al telefono, a meno che la fonte sia sicura al 100%. Il rischio in questo caso è di trovarsi con contratti mai richiesti, solitamente a tuo svantaggio.

La chiave per evitare truffe telefoniche è la consapevolezza e l’attenzione. Essere informati sulle tattiche utilizzate dai truffatori e conoscere quali informazioni sensibili non condividere può proteggere la tua privacy e i tuoi beni. In un’epoca in cui le telefonate truffaldine sono sempre più numerose, la precauzione diventa un’arma fondamentale per contrastare chi cerca di approfittare della nostra fiducia.

 

Impostazioni privacy