Nuova epidemia? Un virus letale sembra preoccupare l’Oms, è più letale del Covid

Jessica M.

La notizia che tutti avevano paura di risentire. Una nuova epidemia sembra pronta ad arrivare e sostituire il Covid, si tratta della Malattia X.

malattia x
malattia x – lafuriaumana.it

Adesso che il Covid iniziava a sembrare un ricordo lontano, un nuovo virus sta facendo preoccupare gli esperti. A dare l’allarme l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Durante questa settimana si riunirà a Davos, in Svizzera, per elaborare un piano di protezione dalla cosiddetta “Malattia X“. Così è stato chiamato proprio dall’OMS, si tratta di un morbo che potrebbe uccidere venti volte più del Covid. Attualmente è stato inserito nell’elenco delle malattie prioritarie dell’Organizzazione.

 

La Malattia X

 

studi nuova epidemia
studi nuova epidemia – lafuriaumana.it

Bingham al Mail Online ha spiegato la situazione dichiarando: “la pandemia influenzale del 1918-1919 uccise almeno 50 milioni di persone in tutto il mondo, il doppio di quante furono uccise nel corso della prima guerra mondiale. Oggi, potremmo aspettarci un numero di vittime simile causato da uno dei tanti virus già esistenti. Oggi ci sono più virus che si replicano e mutano attivamente di tutte le altre forme di vita sul nostro pianeta messe insieme. Non tutti rappresentano una minaccia per gli esseri umani, ovviamente, ma molti lo fanno”.

La professoressa ha rivelato che gli scienziati sono attualmente a conoscenza di 25 famiglie di virus, ciascuna delle quali comprende fino a migliaia di singoli virus che hanno tutti il ​​potenziale per evolversi in una pandemia. “La malattia X è contagiosa quanto il morbillo con il tasso di mortalità dell’Ebola (67%). Da qualche parte nel mondo si sta replicando e, prima o poi, qualcuno inizierà a sentirsi male“.

Come detto prima, infatti è stata inserita nell’elenco delle malattie prioritarie dell’OMS. L’elenco è lungo e possiamo aggiungerci anche la febbre emorragica Crimea-Congo, l’Ebola, la febbre di Lassa, la malattia da virus Nipah, la MERS, la malattia da virus Marburg, la SARS, la febbre della Rift Valley e Zika. In ogni caso la “Malattia X” è considerata uno delle più rischiose per la salute pubblica. Questo nome in inglese è “Disease X”, perché sarebbe scatenata da un ipotetico agente patogeno attualmente sconosciuto.

 

Nuova pandemia e vaccino

vaccini sperimentali
vaccini sperimentali – lafuriaumana.it

 

L’Oms sostiene che i vaccini dovranno essere creati e somministrati in una risposta rapida per combattere la malattia. Purtroppo come nel caso della precedente pandemia, non ci sono garanzie. L’Organizzazione aggiunge che i suoi effetti potrebbero superare di gran lunga quelli del Covid. Come allora anche questa volta il mondo si ritrovò impreparato. Kate Bingham, che ha presieduto la task force sui vaccini del Regno Unito ha dichiarato che non dovremmo essere compiacenti solo perché il Covid è ormai «in gran parte considerato una malattia di routine».

Bingham al Mail Online ha espresso l’idea di come sia fondamentale scoprire una raccolta di «diversi prototipi di vaccini per ogni famiglia di virus minacciosi».  Alcuni di questi già sono esistenti prima che inizi la prossima pandemia. Con questo “vantaggio” i vaccini potrebbero essere progettati in tempo prima della catastrofe.

Impostazioni privacy