Questa bellissima spiaggia italiana ha cambiato forma: passanti rimasti a bocca aperta

Daniela Paolucci

Questa bellissima spiaggia italiana ha cambiato forma in modo sorprendente, lasciando i passanti rimasti a bocca aperta per la sua trasformazione straordinaria.

La Pelosa Stintino
La Pelosa Stintino – lafuriaumana.it

Ritenuta una delle spiagge più affascinanti al mondo, La Pelosa si presenta come un autentico angolo di natura minacciato, negli ultimi tempi, dall’impatto del turismo. Numerose sono state le iniziative volte a preservarne l’originale fascino, affinché si possa ancora apprezzare la straordinaria opera compiuta dalla natura in questo tratto della Sardegna. Ma a volte è la stessa natura a giocare le sue carte, trasformando la spiaggia di La Pelosa in qualcosa di insolito. In questo inizio d’anno, il litorale ha assunto una nuova forma. Vediamo cosa è accaduto.

La bellissima spiaggia italiana che ha cambiato forma

Collocata nel comune di Stintino, in una delle regioni più suggestive della Sardegna, la spiaggia di La Pelosa è una meta turistica molto nota. Essa si affaccia sulle acque turchesi e cristalline del Golfo dell’Asinara, rappresentando una lingua di sabbia candida erosa dal vento nel corso degli anni. Attualmente, ne rimane una sottile striscia che, ogni estate, è presa d’assalto dai bagnanti. Ma in questo periodo invernale, il paesaggio si mostra solitario e incontaminato: il maestrale ha manifestato la sua forza, trasformando letteralmente la spiaggia e sorprendendo chi ha avuto l’occasione di ammirare il panorama.

spiaggia pelosa ha cambiato forma
Spiaggia La Pelosa ha cambiato forma – lafuriaumana.it

I venti hanno permesso alle acque di ritirarsi da un’area che era stata quasi completamente sommersa per un lungo periodo. Questa zona si trova a destra del vecchio chiosco, guardando verso l’arcipelago dell’Asinara. La spiaggia, quasi come se fosse viva, è riemersa in una maniera che non si verificava da anni. Al contrario, sul lato opposto, una porzione del litorale è scomparsa. L’ultima passerella di legno, che emerge di fronte alla torre dell’Asinara, finisce praticamente in acqua. Va sottolineato che si tratta di una situazione temporanea: presto i venti cambieranno, e la spiaggia tornerà al suo aspetto estivo. Ma la meraviglia della natura non può che suscitare ammirazione.

Spiaggia La Pelosa: un tesoro da preservare

La spiaggia di La Pelosa è un autentico paradiso terrestre, motivo per cui è fondamentale preservarla. L’erosione naturale causata dal vento è minima rispetto a quanto l’uomo potrebbe provocare. Pertanto, da diversi anni sono state adottate misure atte a evitare ulteriori danni al litorale di fronte all’arcipelago dell’Asinara. Durante l’estate, l’accesso alla spiaggia è limitato: solo 1.500 bagnanti al giorno possono accedervi, previa prenotazione e pagamento di un ticket d’ingresso. Questa limitazione mira a evitare un affollamento eccessivo, che potrebbe mettere a rischio questa preziosa risorsa naturale. È anche un vantaggio per i turisti, che possono godersi una giornata al mare senza dover lottare per trovare spazio.

Stintino
Stintino – lafuriaumana.it

Diverse restrizioni sono inoltre in vigore per preservare la bellezza naturale di La Pelosa: l’uso di una stuoia sotto il telo mare è obbligatorio, è necessario risciacquare ogni oggetto utilizzato in spiaggia, e è vietato portare via sabbia o conchiglie. È altresì proibito fumare (ad eccezione delle aree designate), utilizzare saponi o detergenti di qualsiasi tipo e abbandonare rifiuti sulla spiaggia.

Impostazioni privacy