Stabilite delle leggi per regolamentare la pubblicità degli influencer. Ecco cosa cambierà

Jessica M.

Dopo lo scandalo Ferragni sono arrivate subito le contro misure per regolarizzare il lavoro pubblicitario degli influencer. Ecco la nuova normativa.

Nuove regole per gli influencer
Nuove regole per gli influencer – Lafuriaumana.it

C’era da aspettarselo, dopo lo scandalo che ha coinvolto Chiara Ferragni per il caso Balocco, le autorità sono intervenute per far in modo di attuare delle contro misure. Infatti l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha reso noto di aver approvato all’unanimità le nuove regole dedicate agli influencer e ai contenuti pubblicitari.

In realtà già si parlava di una manovra in merito alla consultazione pubblica avviata da AGCOM lo scorso luglio, con l’obiettivo di discutere della necessità di una disciplina uniforme.

E’ un dato di fatto, quindi, che il “pandoro-gate” griffato Ferragni rappresenti solo una sorta di coincidenza che ha velocizzato le tempistiche.

 

Chi è secondo la legge un influencer?

“Personaggio popolare soprattutto in rete che è in grado di influenzare l’opinione pubblica riguardo a un certo argomento”. Questa è la definizione ufficiale di un qualsiasi creator sui social. Una persona cioè che si espone sui social network e funge da opinion maker su temi di sua scelta. In questo modo è in grado di raggiungere un seguito di persone interessate ai suoi argomenti di conversazione.

La valutazione degli influencer si dovrebbe basare sul risultato  che hanno in termini quantitativo-oggettivo. Cioè viene valutata l’ampiezza del pubblico raggiunto. Secondo le regole inaugurate dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni gli influencer interessati saranno quelli:

che raggiungono, tra l’altro, almeno un milione di follower sulle varie piattaforme o social media su cui operano e hanno superato su almeno una piattaforma o social media un valore di engagement rate medio pari o superiore al 2% (ossia, che hanno suscitato reazioni da parte degli utenti, tramite commenti o like, in almeno il 2% dei contenuti pubblicati)”.

Il nuovo regolamento pubblicitario

nuove leggi pubblicità
nuove leggi pubblicità – lafuriaumana.it

 

Oltre allo scandolo che ha coinvolto Chiara Ferragni c’è da dire che il fenomeno degli influencer è sempre più in aumento. Ecco quindi che questo ha sollecitato l’Autorità ad intervenire con una regolamentazione che possa guidare la trasparenza pubblicitaria.

Queste linee guida hanno lo scopo di assicurare il rispetto da parte degli influencer delle disposizioni del Testo unico sui servizi di media audiovisivi. Questo riguarda in particolar modo le comunicazioni commerciali, tutela dei diritti fondamentali della persona, dei minori e dei valori dello sport. Si tratta di un vero e proprio codice di condotta per gli influencer che dovranno attenersi alla massima trasparenza sulla pubblicità: “In caso di contenuti con inserimento di prodotti, gli influencer sono tenuti a riportare una scritta che evidenzi la natura pubblicitaria del contenuto in modo prontamente e immediatamente riconoscibile”.

Questo significa che quando un influencer sponsorizza un prodotto, si trasforma automaticamente in editore, di conseguenza dovrà essere individuabile e contattabile. Di conseguenza è stato annunciato anche l’avvio di un Tavolo tecnico che avrà il compito di individuare la disciplina più appropriata in termini di comunicazione sui social media e sponsorizzazioni pubblicitarie.

L’équipe sarà composta dai creators di contenuti digitali, esperti di marketing e soggetti che operano come intermediari tra aziende e influencer. In questo modo sarà possibile lavorare in maniera lineare, trovando il giusto compromesso tra chi è chiamato a lavorare con i social e il rispetto dei consumatori, dei minori e dei valori dello sport.

 

team specializzato influencer
team specializzato influencer – lafuriaumana.it

 

Sono previste delle sanzioni?

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni – AGCOM ha stabilito che il mancato rispetto delle regole comporterà l’applicazione di sanzioni e non solo. Gli influencer sono tenuti a riportare una scritta che evidenzi la natura pubblicitaria del contenuto in modo prontamente e immediatamente riconoscibile.

Se ciò non avviene, verranno applicati per cominciare richiami e ordini volti alla rimozione o adeguamento dei contenuti. Dopodiché verranno applicate delle sanzioni, le stesse già previste dal Testo unico sui servizi dei media audiovisivi. Questi indicano che in caso di mancato rispetto delle pratiche commerciali e violazione dei diritti fondamentali dello sport vanno da 30mila a 600mila euro.

 

Impostazioni privacy