A causa dello stress ho spesso il reflusso: ecco come ho risolto con un rimedio 100% naturale

Jessica M.

Il reflusso, quando non è una patologia, può essere normale in alcuni momenti. Esiste un rimedio naturale davvero efficace che non penseresti mai.
reflusso
reflusso – lafuriaumana.it
Avere un po’ di reflusso è normale ogni tanto, soprattutto in alcuni periodi dell’anno che possono essere nei mesi dove inizia il cambio di stagione oppure in momenti in cui siamo particolarmente sotto stress. Uno studio ha confrontato gli effetti della curcuma nella cura dei disturbi legati all’indigestione. I risultati sembrano dimostrare che sia benefica allo stomaco. Vediamo i dettagli.

Curcuma, la cura contro il reflusso

Le proprietà benefiche della curcuma sono note da tempo. Questa spezia, alla base di moltissime ricette della cucina orientale, contiene infatti la curcumina. Questa sostanza è un costituente biologico che, oltre a darle il caratteristico colore giallo, ha delle importanti proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.

Ora, per la prima volta uno studio di tipo comparativo ha analizzato le potenzialità terapeutiche della curcuma. Ne è emerso che la curcumina potrebbe essere efficace quanto l’omeprazolo. DI solito questo sarebbe il farmaco comunemente utilizzato per ridurre l’eccesso di acidi gastrici e trattare l’indigestione. Secondo i suoi autori, i risultati ottenuti, pubblicati su BMJ Evidence-Based Medicine, sono sufficientemente affidabili per “giustificare la considerazione della curcumina nella pratica clinica”. Ovviamente parliamo ancora di uno studio, che dovrà essere ulteriormente approfondito. In ogni caso per quanto comunque assumere curcuma nella dieta è consigliato, è sempre bene rivolgersi al proprio medico curante prima di iniziare delle cure.

 

I benefici della curcuma a confronto con l’omeprazolo

curcuma
curcuma – lafuriaumana.it

 

L’omeprazolo appartiene alla classe dei farmaci inibitori della pompa protonica (IPP). Quindi viene usato spesso in caso di reflusso perché la sua azione si basa sulla riduzione della produzione di succhi acidi nello stomaco. Per trattare il reflusso gastroesofageo, di solito questo farmaco viene prescritto da solo o in combinazione con altri farmaci . Oltre a ridurre i sintomi del disturbo aiuta l’esofago a guarire e a prevenire ulteriori danni.

L’unico problema è che l’uso a lungo termine degli IPP è stato collegato a un aumento del rischio di fratture, a carenze di micronutrienti e a un maggior rischio di infezioni. Gli studi fatti sui pazienti i pazienti hanno riscontrato che la curcumina orale era sicura e ben tollerata e che i pazienti di tutti e tre i gruppi (utilizzati per la ricerca) hanno registrato un miglioramento simile dei sintomi.

Io ho riscontrato personalmente dei benefici già solo utilizzando la curcuma in una dieta sana ed equilibrata. Ho anche acquistato delle tisane a base curcuma che sono squisite e anche un vero toccasana.

Leggi anche: https://www.lafuriaumana.it/2024/02/antinfiammatori-addio-medicine-con-questo-alimento-ho-risolto-tutto-quanto-ed-e-anche-buonissimo/

Impostazioni privacy