Busta paga di febbraio più bassa: quello che devi sapere per non essere fregato

Chiara R

Per molti dipendenti la busta paga di febbraio sarà più bassa. Vediamo insieme cosa c’è da sapere in anticipo.

Meno soldi in busta paga
Meno soldi in busta paga – Lafuriaumana.it

La busta paga di febbraio sarà più bassa? Si ma non per tutti: vediamo chi potrebbe trovarsi con un compenso inferiore questo mese e perchè.

Busta paga di febbraio più bassa

La durata del mese di febbraio con 29 giorni potrebbe incidere negativamente sullo stipendio, ma non è una regola assoluta: ci sono situazioni in cui la busta paga non cambia nonostante i giorni lavorati siano meno, mentre in altre si verifica una diminuzione significativa. Questa situazione si ripete annualmente e nel 2024, grazie al giorno extra di febbraio, potrebbe mitigarsi. Tuttavia, il principio di base rimane valido: quando lo stipendio dipende dai giorni (o ore) lavorati, è probabile una riduzione della busta paga.

È interessante capire quali lavoratori potrebbero risentire maggiormente di febbraio con meno giorni lavorativi. Il tutto dipende dal sistema di calcolo dello stipendio: da un lato c’è quello orario, dove il salario dipende direttamente dalle ore lavorate, e dall’altro c’è quello mensile, che prevede una retribuzione fissa indipendentemente dalle ore effettive.

Per coloro che ricevono un salario orario, i 29 giorni di febbraio potrebbero significare una riduzione della busta paga. In questo caso, il dipendente viene pagato per le ore lavorate e per le ore di assenza retribuite, come ferie o permessi. La retribuzione oraria dipende dalle ore effettivamente lavorate nel mese, escludendo automaticamente le assenze.

Meno soldi a febbraio
Meno soldi a febbraio

Ad esempio, se un operaio guadagna 10 euro l’ora per 8 ore al giorno e lavora due giorni in meno a febbraio, guadagnerà 160 euro in meno rispetto a gennaio. Per quantificare la perdita, è sufficiente confrontare i giorni lavorati a gennaio e a febbraio e moltiplicare la differenza per la retribuzione oraria.

Le differenze per la paga mensile

Per i lavoratori a paga mensile la situazione è diversa, ricevendo una retribuzione fissa ogni mese, indipendentemente dalle ore lavorate o dai giorni lavorativi. Questa regola si basa sul presupposto che la maggior parte degli eventi lavorativi sia inclusa nel contratto, come le ferie o i giorni festivi.

Anche i lavoratori part-time ricevono una retribuzione fissa, proporzionale al loro orario ridotto. Ad esempio, se un impiegato guadagna 60 euro al giorno e lavora tutti i giorni a febbraio, la retribuzione sarà la stessa, indipendentemente dai giorni effettivi. In sostanza la riduzione dello stipendio a febbraio riguarda principalmente i lavoratori retribuiti per ore lavorate, mentre quelli a paga mensile mantengono la stessa retribuzione. Questa informazione è solitamente specificata nel contratto di lavoro.

Impostazioni privacy