Ecco qual è il lavoro più pagato al mondo, in pochissimi lo accettano

Jessica M.

Richiede solo due giorni all’anno di presenza ed è il lavoro più pagato al mondo. Eppure quasi nessuno lo accetta, ecco di cosa si tratta.

personale di lavoro
personale di lavoro – lafuriaumana.it

 

Di questi tempi il lavoro è diventato un bene prezioso da tenersi stretto. La precarietà è all’ordine del giorno e sapere che esiste un lavoro che viene pagano più di 100.000 euro per soli due giorni in tutto l’anno può sembrare assurdo. Soprattutto il fatto che davvero in pochi lo accettano. Ma vediamo perché queste cifre così alte ma in particolar modo come mai non si trova il personale.

Il lavoro più pagato al mondo: cambiare una lampadina

Nel mondo ci sono dei pali della luce oltre 600 metri di altezza, che equivarrebbero a circa 200 piani. In cima hanno delle lampadine, queste servono per segnalare agli aerei la rotta e per evitare quindi uno schianto. Chiaramente devono essere sempre funzionanti, un aspetto di vitale importanza che salverebbe delle vite. Perché funzionino hanno bisogno di essere cambiate almeno due volte l’anno ed ecco quindi che vengono assunte delle persone che salgono fino in cima per fare questo genere di manutenzione. La ricerca del personale solitamente è ambo i sessi. Alcune ditte, però, assumono solo donne perché l’attacco della lampadina è troppo piccolo e ci vogliono di conseguenza delle mani piccole. Come detto prima il lavoro è di soli due giorni all’anno e la paga è di 260.000 euro l’anno. Eppure trovare il personale per questo lavoro è molto difficile.

Perché è difficile trovare personale

lavoro più pagato al mondo
lavoro più pagato al mondo – lafuriaumana.it

 

Questo lavoro è davvero difficoltoso, oltre che ad essere estremamente pericoloso. La persona che dovrà cambiare la lampadina dovrà avere indosso un’imbragatura e salire per 600 metri e più (circa 200 piani) con la sola forza fisica. Non esistono altri metodi, si tratta infatti di pali di metallo per l’appunto e non edifici,  più si sale più diventa stretto, quindi niente scale e niente ascensori. Neanche farlo con un elicottero o con un paracadute come ho sentito dire dai più ignari, perché le raffiche di vento sono talmente forti che l’unico modo per sopravvivere è rimanere ancorati al palo solo con l’imbracatura.

Per salire fino in cima ci vogliono circa 4 ore, più il tempo di cambiare la lampadina (pochi minuti forse) e altre 4 ore per scendere. Le persone che svolgono questo mestiere devono essere preparate fisicamente e mentalmente. Perciò devono almeno avere un certo tipo di forza fisica ma soprattutto devono è necessario avere forza e lucidità mentale. Insomma non stupisce che le persone che lo farebbero sono davvero poche.

Impostazioni privacy