I costi dei conti correnti schizzano alle stelle: il metodo infallibile per risparmiare

Chiara R

I costi associati ai conti correnti stanno continuando a salire, raggiungendo una media di circa 134 euro all’anno. C’è però un modo per risparmiare.

Costi conti correnti
Costi conti correnti

Tenere un conto corrente diventa sempre più costoso, ma ci sono delle alternative. Nel confronto con l’anno precedente, i costi annuali per il mantenimento del conto corrente sono aumentati di circa il 2,4%, raggiungendo i 134 euro. Questa cifra può arrivare fino a 200 euro all’anno per coloro che utilizzano il conto principalmente in filiale. Tuttavia, secondo un’indagine condotta dall’Osservatorio ConfrontaConti.it, la situazione è differente per coloro che optano per un conto online.

Come abbattere i costi dei conti correnti

Abbandonare le tradizionali banche può comportare un risparmio annuo del 5,6% per i consumatori. I costi associati al conto corrente variano a seconda di diversi fattori, inclusi il tipo di cliente e il modo in cui utilizzano i servizi bancari. Per questo motivo, l’indagine ha identificato tre tipi di clienti (single, coppia, famiglia) e tre modalità di utilizzo del conto (online, misto, senza Internet).

Considerando tutte le combinazioni possibili di tipi di conto, clienti e utilizzo, la spesa annua media si attesta a 134 euro. Con le banche tradizionali, la spesa annua media è di circa 161 euro, registrando un aumento del 3,3%. L’incremento è ancora più significativo (+6%) per i clienti che utilizzano esclusivamente i servizi online di una banca tradizionale, con una spesa annua media di 125 euro.

Si registrano aumenti minimi (+1,3%) per i clienti che non utilizzano Internet con una banca tradizionale, che rimane comunque l’opzione più costosa con una media di 200 euro all’anno. Le famiglie registrano la spesa più elevata, con una media di oltre 225 euro all’anno. Invece, per coloro che utilizzano un mix di servizi, la spesa annua è di 158 euro, registrando un aumento del 3,9%.

Commissioni sulle carte
Commissioni sulle carte

Confrontando i dati tra gennaio 2023 e gennaio 2024, si è osservato un aumento del 5,5% nei canoni annuali dei conti correnti per i consumatori. In media, la spesa per il mantenimento del conto si avvicina ai 45 euro all’anno. L’aumento è più significativo per le banche tradizionali, con un canone che si avvicina ai 60 euro all’anno, registrando una crescita del 7,2% su base annua. I conti online sono invece più convenienti, con un canone in lieve calo (-1,6%) che si aggira intorno ai 29 euro.

Le spese legate alla carta

Per quanto riguarda le carte di debito, invece, si osserva un aumento del costo annuo, con molti istituti che ora applicano un canone per il mantenimento della carta, precedentemente spesso inclusa gratuitamente per i clienti. Le commissioni per il prelievo da un’altra banca aumentano del 4,6%, raggiungendo in media 1,63 euro per operazione. L’aumento è associato esclusivamente ai conti online, con una commissione media del 10% rispetto all’anno precedente (pari a 1,37 euro per transazione). Invece, le commissioni per il prelievo presso uno sportello automatico di un’altra banca diminuiscono del 2,5%, attestandosi in media a 1,93 euro. Si osserva anche un aumento delle commissioni per le operazioni allo sportello (8% per i prelievi e 6% per i bonifici). L’unica opzione per risparmiare risulta essere l confronto tra le banche online, prendendo in considerazione le proprie esigenze.

Impostazioni privacy