Scrivere a mano fa bene alla salute, lo dice la scienza: ecco i benefici nella nostra mente

Jessica M.

Scrivere a mano è un ottimo modo per tenere in allenamento la mente. Uno studio ha dimostrato che chi scrive sta meglio e impara più in fretta.

scrivere a mano
scrivere a mano – lafuriaumana.it

 

La scrittura a mano può migliorare l’apprendimento e la memoria. Uno studio ha dimostrato che scrivere fa bene e ha invitati tutti gli studenti a non esagerare con l’uso dei dispositivi digitali. Scopriamo insieme i dettagli.

 

Scrivere a mano, un’abitudine dimenticata

Scrivere a mano lo fanno i bambini, durante le scuole elementari, ma quando si cresce le tastiere dei computer e gli schermi degli smartphone prendono posto. É un vero peccato perché intanto scrivere è gesto molto romantico ma è anche molto salutare. Una nuova ricerca pubblicata di recente su Frontiers in Psychology ha dimostrato che scrivere a mano porta a una maggiore connettività cerebrale rispetto alla digitazione su una tastiera. Questi studi sono stati fatti dai ricercatori dell’Università norvegese di Scienza e Tecnologia e Audrey van der Meer, una ricercatrice del reparto, ha spiegato:

Quando si scriveva a mano, i modelli di connettività cerebrale erano molto più elaborati rispetto a quando si scriveva su una tastiera, come dimostrato dai diffusi modelli di coerenza di connettività theta/alfa tra hub e nodi della rete nelle regioni parietali e centrali del cervello. La letteratura esistente indica che i modelli di connettività in queste aree del cervello e a tali frequenze sono cruciali per la formazione della memoria e per la codifica di nuove informazioni e, quindi, sono utili per l’apprendimento”.

Penna digitale o penna su carta?

scrivere meno al pc
scrivere meno al pc – lafuriaumana.it

 

I  ricercatori hanno raccolto dati EEG di 36 studenti universitari a cui è stato ripetutamente chiesto di scrivere una parola che appariva su uno schermo. Durante la scrittura, hanno utilizzato una penna digitale per scrivere in corsivo direttamente su un touchscreen. Poi hanno ripetuto l’esperimento ma questa volta digitando con un solo dito per premere i tasti su una tastiera.

La connettività delle diverse regioni del cervello aumentava quando i partecipanti scrivevano a mano, ma non quando digitavano. “I nostri risultati suggeriscono che le informazioni visive e motorie ottenute attraverso movimenti della mano controllati con precisione quando si utilizza una penna contribuiscono ampiamente ai modelli di connettività del cervello che promuovono l’apprendimento“, ha dichiarato van der Meer.

Anche hanno utilizzato penne digitali per la scrittura a mano, i ricercatori hanno affermato che i risultati dovrebbero essere gli stessi quando si utilizza una vera penna su carta. Di contro il semplice movimento di premere ripetutamente un tasto con lo stesso dito è meno stimolante per il cervello.

Concludendo van der Meer ha detto: “Questo spiega anche perché i bambini che hanno imparato a scrivere e leggere su un tablet, possono avere difficoltà a distinguere tra lettere che sono immagini speculari l’una dell’altra, come ‘b’ e ‘d’. Non hanno letteralmente provato con i loro corpi cosa si prova a produrre quelle lettere”.

Impostazioni privacy