Attacchi di fame notturni, risolvi in questo modo prima di andare a dormire: metodo facile a costo zero

Susanna Bargiacchi

Per gli attacchi di fame notturni si deve fare molta attenzione. Risolvi con questo metodo prima di andare a letto: mi ringrazierai.

Attacchi di fame notturni
Attacchi di fame notturni

 

Gli attacchi di fame notturni possono essere uno dei disturbi più fastidiosi che ci colpiscono nel momento più tranquillo della giornata: quando stiamo per andare a dormire. Quei bruschi risvegli dell’appetito che ci spingono fuori dal letto verso il frigorifero possono mettere a repentaglio il nostro riposo e, a lungo termine, anche la nostra salute. Esiste un metodo semplice e a costo zero per risolvere questo problema e garantirci una notte di sonno sereno.

Cause degli attacchi di fame notturni

Prima di scoprire come risolvere il problema degli attacchi di fame notturni, è importante comprendere le cause alla radice di questo disturbo. Gli attacchi di fame notturni possono derivare da diversi fattori, tra cui:

  • Orari irregolari dei pasti: Mangiare in modo irregolare durante il giorno può portare a uno squilibrio degli ormoni della fame e della sazietà, causando improvvisi attacchi di fame notturni.
  • Alimentazione squilibrata: Consumare pasti e spuntini ad alto contenuto di zuccheri raffinati o cibi poco nutrienti può causare picchi e cali repentini della glicemia, innescando la sensazione di fame anche durante la notte.
  • Stress e ansia: Lo stress cronico e l’ansia possono influenzare negativamente i nostri ritmi di sonno e veglia, alterando la produzione di ormoni coinvolti nella regolazione dell’appetito e portando così a episodi di fame notturna.
  • Abitudini comportamentali: Abitudini come guardare la televisione o utilizzare dispositivi elettronici poco prima di coricarsi possono stimolare l’appetito e rendere più probabile l’insorgenza di attacchi di fame notturni.

Il metodo per eliminare la fame notturna

La routine di rilassamento è una pratica che coinvolge una serie di attività mirate a calmare la mente e il corpo prima di coricarsi. Questo può includere tecniche di respirazione profonda, esercizi di stretching o yoga, meditazione guidata o semplicemente dedicare del tempo a leggere un libro rilassante o a scrivere nel diario. L’obiettivo di questa routine è quello di ridurre lo stress e l’ansia, creando un ambiente favorevole per il sonno profondo e rigenerante.

Come fare la routine di rilassamento:

  • Scegliere un’attività rilassante: Prima di andare a dormire, dedica almeno 15-30 minuti a un’attività che ti aiuti a rilassarti. Puoi scegliere tra diverse opzioni, come la pratica di yoga o stretching leggero, la meditazione, la lettura di un libro che ti tranquillizza o semplicemente sederti in silenzio e concentrarti sulla tua respirazione.
  • Creare un ambiente rilassante: Assicurati che la tua camera da letto sia un luogo accogliente e privo di distrazioni. Spegni luci brillanti e dispositivi elettronici, regola la temperatura ambiente in modo che sia confortevole e accogliente, e utilizza eventualmente aromi rilassanti come la lavanda per favorire un sonno profondo.
  • Praticare la respirazione profonda: Durante la tua routine di rilassamento, dedica qualche minuto alla respirazione profonda. Inspira lentamente attraverso il naso, gonfiando il diaframma e riempiendo completamente i polmoni di aria, poi espira lentamente attraverso la bocca, rilasciando tutte le tensioni accumulate nel corpo. Ripeti questo ciclo di respirazione profonda per almeno 5-10 minuti.
Metodo per dormire
Metodo per dormire

 

Prima di coricarti, dedica del tempo a rilassare ogni parte del tuo corpo. Puoi iniziare dalle dita dei piedi, contrarre e rilassare i muscoli lentamente mentre ti muovi verso l’alto fino alla testa. Concentrati su qualsiasi tensione che percepisci e lasciala andare mentre esegui questo semplice esercizio di rilassamento muscolare progressivo.

Impostazioni privacy