I 5 oggetti più ricchi di batteri in cucina: ecco quali sono e il segreto per disinfettarli

Jessica M.

L’igiene si sa è importantissima, ma ci sono alcuni luoghi insoliti dove si insidiano i batteri in cucina. Ecco dove e come disfarsene.

batteri in cucina
batteri in cucina – lafuriaumana.it

 

Può capitare, magari, o per mancanza di tempo o perché non ci si fa caso che alcuni oggetti non vengono puliti correttamente. Forse diamo per scontato che non si sporchino così tanto, eppure, possono essere fonti di batteri. I batteri se prendono il sopravvento possono provare infezioni e malattie, quindi è importantissimo mantenere questi oggetti igienizzati. Stiamo parlando del microonde, del frigo, del tagliere, della spugna ed infine sì proprio lui lo smartphone. Vediamo insieme come risolvere questo problema dei batteri.

Eliminare i batteri in cucina, non è così scontato

Partiamo subito dal primo oggetto che spesso viene dato per scontato, il microonde. Le pareti del microonde si sporcano facilmente mentre riscaldiamo qualche alimento. Anche se non sembra o non è così visibile all’occhio, ogni volta che lo utilizziamo si sporca. Quindi è necessario pulirlo ogni volta che lo usiamo con acqua e aceto.

Il frigo è sempre quello più pieno di macchie di salsa, pezzi di frutta o verdura. Nel frigorifero, infatti, ristagnano parti di alimenti che ci dimentichiamo di togliere ma attenzione. Anche se le temperature basse impediscono la proliferazione batterica comunque si moltiplicano lentamente. È bene, perciò, pulire i vari ripiani se sporchi e almeno volta al mese fare una pulizia generale.

Il tagliere di legno è un altro oggetto a cui prestare la massima attenzione. Il legno è proprio l’ambiente ideale per la proliferazione batterica. Sarebbe da preferire un tagliere in polietilene di buona qualità anche se comunque bisogna prestare attenzione ai solchi che si creano.

Gli oggetti meno tenuti in considerazione

spugna in cucina
spugna in cucina – lafuriaumana.it

 

Per lavare i piatti usi la spugna, ma anche questa dovrebbe essere pulita regolarmente. La spugna per pulire i piatti è uno degli oggetti in cucina più ricchi di batteri in assoluto. Dobbiamo rassegnarci a cambiarla spesso a seconda dell’uso che se ne fa. Da una volta ogni due settimane a una volta al mese, oppure lavarla in lavatrice.

Lo smartphone oramai è onnipresente in cucina, per moltissime ragioni tra cui leggere le ricette. Tenerlo vicino ai fornelli o accanto ai cibi non è così inusuale. Il cellulare è una fonte molto ricca di batteri, è quindi importante tenerlo lontano il più possibile dagli alimenti. Inoltre bisognerebbe lavarsi le mani ogniqualvolta lo si utilizza prima di toccare i nostri piatti.

Impostazioni privacy