La carne da non mangiare mai: quella di questo animale causa gravi danni alla salute

Chiara R

Nell’Isola di Pemba, parte dell’arcipelago di Zanzibar, si è verificato un evento tragico a causa di un’avvelenamento derivante dal consumo di carne.

La carne da non mangiare mai
La carne da non mangiare mai

Questo episodio ha colpito un totale di 87 individui, molti dei quali hanno richiesto cure ospedaliere a seguito dell’avvelenamento. Nove persone hanno perso la vita per aver mangiato un particolare tipo di carne. Vediamo di quae si tratta e perchè è così pericolosa.

La carne da non mangiare mai

In alcune parti del mondo sono commestibili cibi che in Italia sono rigidamente vietati. Ne è un esempio la carne di tartaruga marina. Le analisi di laboratorio hanno rivelato la presenza di tossine, note come “chelonitossine”, nelle tartarughe marine, rendendo così pericoloso l’atto di consumare la loro carne. Situazioni simili si verificano periodicamente in paesi dove il consumo di carne di tartaruga è considerato una prelibatezza, poiché le tossine possono accumularsi nei tessuti di queste creature senza manifestare segni esterni evidenti di pericolo. Le chelonitossine sono le tossine responsabili dell’avvelenamento, che si manifesta principalmente dopo l’ingestione di carne di tartaruga marina contaminata. Queste tossine si accumulano nei tessuti delle tartarughe marine in seguito all’ingestione di alghe velenose.

I sintomi del chelonitossismo includono disturbi gastrointestinali, gravi complicazioni neurologiche, dolore addominale, prurito, irritazione della bocca e della gola, confusione, crisi convulsive e persino paralisi. In alcuni casi, possono verificarsi anche segni di coinvolgimento cardiovascolare e neurologico, che possono portare al coma e alla morte a causa di insufficienza respiratoria.

Quali sono i sintomi
Quali sono i sintomi

Attualmente non esiste alcuna cura o antidoto specifico per questa forma di avvelenamento. I trattamenti sono principalmente sintomatici, sottolineando così l’importanza della prevenzione e della consapevolezza riguardo al consumo di carne di tartaruga marina, una specie animale protetta.

Non solo carne, attenzione anche alle alghe

Oltre alle tartarughe marine ci sono altre minacce provenienti dal mare, come le alghe marine velenose, che possono rappresentare un pericolo per gli esseri umani. Tra le tante, un esempio è l’Ostreopsis, un microorganismo marino velenoso che nel 2021 ha causato quasi 900 casi di infezione in Francia, generando serie preoccupazioni per la salute pubblica e portando alla chiusura di molte spiagge per proteggere i bagnanti e i surfisti.

I sintomi di esposizione a queste alghe tossiche possono includere febbre alta, mal di gola, tosse, difficoltà respiratorie, cefalea, nausea, occhi rossi e irritati, lacrimazione, vomito e dermatite. Infine, è importante notare che il cambiamento climatico sta contribuendo alla proliferazione di alghe marine velenose nelle acque intorno alle coste europee. L’Ostreopsis, in particolare, è diventato un problema diffuso nel Mediterraneo, rappresentando una minaccia sia a livello regionale che globale, con potenziali conseguenze devastanti per la salute pubblica e l’ambiente marino.

Impostazioni privacy