Le riprese sono sconcertanti, onde impressionanti colpiscono una nave da crociera

Emanuele De Angelis

Onde impressionanti colpiscono una nave da crociera: le riprese lasciano senza parole. Ecco cosa è successo.

Onde giganti
Onde giganti – Lafuriaumana.it

15 ore in balia delle onde: l’incubo vissuto dai passeggeri di una nave da crociera colpita da onde alte 14 metri. Il video terrificante del mare in tempesta e 100 feriti. Ecco i dettagli della vicenda.

Spirit of Discovery

“Spirit of Discovery” è  il nome della nave da crociera che lo scorso 4 novembre ha passato 15 ore in balia delle onde al largo della costa della Francia. Le onde, alte 14 metri, hanno attaccato la nave terrorizzando tutti. Si contano un centinaio di feriti e diventa virale il video girato da uno dei passeggeri.

La nave da crociera Spirit of Discovery è salpata lo scorso 24 ottobre dalla Gran Bretagna per una favolosa crociera con destinazione le Isole Canarie, in Spagna. Quello che nessuno si aspettava è che la nave non sarebbe mai arrivata alle Canarie, e che avrebbe dovuto tornare al porto di partenza a causa del maltempo, che ha fatto vivere momenti di panico sia all’equipaggio che ai passeggeri, che hanno temuto per la loro vita.

Nei video pubblicati sul web si vedono onde alte e violente scagliarsi contro la nave da crociera, oggetti volare e persone nel panico. Le urla impaurite dei passeggeri, il rombo del mare che si abbatte sulla nave e gli avvisi all’altoparlante sono solo alcuni dei suoni che si sentono, e sono a dir poco agghiaccianti. Si è arrivato a temere per la propria vita, ma fortunatamente questa brutta avventura si è conclusa “solo” con un centinaio di feriti.

Mare in burrasca
Mare in burrasca – Lafuriaumana.it

La decisione del comandante

Dopo essere partita regolarmente come da tabella di marcia, arrivata al largo delle coste francesi la nave ha incontrato una tempesta terribile. Il comandante aveva già deciso di fare dietrofront per colpa delle previsioni meteo poco sicure, ma forse questa decisione è stata presa leggermente in ritardo, e nel Golfo di Biscaglia la nave si è ritrovata al centro di una tempesta. In questo tratto di mare le acque sono spesso agitate, ma questa volta la potenza delle onde è stata impressionante.

Il sistema di sicurezza della nave è entrato subito in funzione, provocando una virata e un arresto improvviso, che è stata la causa della maggior parte degli infortuni, come precisa la Saga Cruises. Dopo 15 lunghe ore di paura, timore e panico però il meteo è migliorato e la nave ha potuto fare ritorno al porto di partenza, per la felicità di tutti.

Ci saranno delle conseguenze

La gestione del viaggio e dell’emergenza non è piaciuta ai passeggeri, e tra tutti uno in particolare si è rivolto al Daily Mail raccontando la sua esperienza. L’uomo in questione si chiama Richard Reynolds e ha 60 anni e ha riferito che “è stata un’esperienza terrificante. E’ stato terribile, le onde arrivavano fino alle finestre del quinto piano della nave. Le persone urlavano, temevano per la loro vita, e mobili, piatti e bicchieri volavano in tutte le direzioni, colpendo ogni cosa e andando in frantumi”. 

Siamo rimasti chiusi dentro le nostre cabine per due giorni, sdraiati sul letto completamente vestiti e con i giacchetti salvagente addosso” prosegue l’uomo, che poi manifesta la volontà di voler procedere legalmente nei confronti della Saga Cruises.

Impostazioni privacy