Pensioni bloccate da marzo, per questi pensionati non c’è nulla da fare: come risolvere la situazione?

Susanna Bargiacchi

Pensioni bloccate da marzo 2024 per questi pensionati: non c’è nulla da fare. Vediamo come risolvere al situazione annosa.

Pensione bloccata marzo 2024
Pensione bloccata marzo 2024

 

Il mese di marzo ha portato una sgradita notizia per alcuni pensionati: le loro pensioni sono state bloccate a causa del mancato invio della dichiarazione della situazione reddituale relativa al 2021, conosciuta come modello RED, entro la scadenza del 29 febbraio. Questo obbligo riguarda specifici soggetti, e l’omissione può portare a gravi conseguenze, compresa la sospensione temporanea o definitiva delle prestazioni erogate.

Perché le pensioni sono bloccate da marzo 2024?

Il modello RED, noto formalmente come dichiarazione della situazione reddituale, è un documento cruciale per i pensionati e per coloro che percepiscono prestazioni economiche legate al reddito. Questo modulo, da presentare annualmente all’INPS, fornisce informazioni dettagliate sui redditi e sul patrimonio del nucleo familiare del beneficiario, permettendo così di determinare l’importo delle prestazioni erogate.

Le conseguenze del mancato invio del modello RED

Purtroppo, il mancato invio del modello RED entro la scadenza del 29 febbraio ha avuto conseguenze significative per molti pensionati. In particolare, coloro che non hanno rispettato la scadenza si sono visti sospenderle temporaneamente o definitivamente le prestazioni erogate dall’INPS. Questa sospensione può comportare notevoli disagi finanziari per gli interessati, che si trovano improvvisamente privati di un sostegno economico su cui contare.

Chi deve inviare il modello RED?

Il modello RED deve essere inviato da coloro che percepiscono prestazioni economiche legate al reddito, come i pensionati e altri beneficiari di sostegni economici. Questo include i pensionati che negli anni precedenti non hanno avuto redditi oltre a quello da pensione (a condizione che il reddito sia variato), così come i titolari di altre prestazioni economiche che non comunicano al Fisco i redditi influenti sulle prestazioni in maniera corretta e completa.

Come risolvere la situazione?

Per coloro che si trovano con le pensioni bloccate a causa del mancato invio del modello RED, esistono alcune azioni che possono essere intraprese per risolvere la situazione:

  • Invio tempestivo del modello RED: Sebbene la scadenza sia già passata è importante inviare il modello RED il prima possibile. Anche se le prestazioni sono state sospese, il ripristino avverrà dal mese successivo alla comunicazione, quindi è essenziale agire senza indugi.
  • Assistenza legale e amministrativa: In alcuni casi, può essere utile ricorrere a un consulente legale o amministrativo specializzato per assistenza nella compilazione e nell’invio del modello RED. Questi professionisti possono fornire orientamento e supporto per risolvere la situazione in modo efficace.
  • Comunicazione con l’INPS: È consigliabile contattare direttamente l’INPS per chiarire la propria situazione e ottenere indicazioni specifiche su come procedere. L’INPS può fornire informazioni aggiornate sullo stato delle prestazioni e sui passi da seguire per risolvere eventuali problemi.
Pensionato in pensione
Pensionato in pensione
  • Monitoraggio delle comunicazioni: È importante prestare attenzione alle comunicazioni inviate dall’INPS, poiché potrebbero contenere istruzioni specifiche su come procedere per risolvere la situazione.
Impostazioni privacy