Risparmiare sulle bollette grazie al contatore della luce: il trucchetto che in pochi conoscono

Chiara R

Risparmiare sulle bollette dell’elettricità è un obiettivo scostante a causa delle tariffe energetiche. Vediamo come farlo grazie al contatore.

Risparmiare sulle bollette
Risparmiare sulle bollette

Nel periodo storico che stiamo vivendo ogni famiglia cerca di risparmiare il più possibile dove riesce. Comprendere appieno il funzionamento e l’utilità del proprio contatore elettrico emerge come una priorità per le famiglie e gli individui che desiderano gestire in modo efficiente i propri consumi energetici.

Risparmiare sulle bollette con il contatore

Il contatore elettrico, spesso ignorato o considerato come un semplice strumento di misurazione, svolge in realtà un ruolo fondamentale nel monitorare e registrare i consumi di energia di una casa. È il cuore pulsante del sistema, raccogliendo dati preziosi che consentono di comprendere meglio le abitudini energetiche e, di conseguenza, di adottare misure mirate per risparmiare.

Una delle caratteristiche chiave del contatore è la visualizzazione delle fasce orarie, indicate generalmente come F1, F2 o F3. Ogni fascia oraria corrisponde a un periodo specifico della giornata, durante il quale le tariffe e i consumi possono variare significativamente. Ad esempio, la fascia F1 rappresenta le ore di punta, caratterizzate da tariffe più elevate, mentre la fascia F3 comprende le ore fuori punta, con tariffe generalmente più basse. Comprendere e sfruttare a proprio vantaggio queste informazioni può fare la differenza nel bilancio energetico familiare.

Inoltre un’altra pratica importante è l’autolettura del contatore. Nonostante i tecnici possano svolgere questa operazione, effettuare regolarmente l’autolettura consente di avere un controllo più diretto sui consumi energetici e di evitare stime errate da parte della compagnia elettrica. Questa azione può essere eseguita premendo semplicemente il tasto del contatore più volte per visualizzare le informazioni necessarie e comunicarle al fornitore attraverso i vari canali disponibili.

Bollette
Bollette

Comunicare al fornitore le letture accurate del contatore mensilmente diventa così una pratica vantaggiosa per monitorare i consumi nel tempo e ridurre le eventuali discrepanze nelle bollette successive. Inoltre, consente di individuare eventuali anomalie nel consumo di energia, come perdite o malfunzionamenti degli apparecchi elettrici, che potrebbero essere corrette tempestivamente per evitare sprechi e costi aggiuntivi.

Il trucco per risparmiare

Per ottenere le informazioni utili al risparmio, è importante premere il tasto del contatore ripetutamente, poiché ogni clic rivela una diversa serie di dati: l’identificazione del cliente al secondo clic, i dati A1 al settimo clic, A2 all’ottavo e A3 al nono. Per comunicare queste informazioni al fornitore, esistono vari canali a disposizione, tra cui un numero di telefono dedicato, l’area clienti sul sito web o un’applicazione mobile. Accedendo a uno di questi canali e seguendo le istruzioni fornite, è possibile verificare le letture precedenti del contatore e garantire la correttezza di tutte le informazioni trasmesse al fornitore.

Impostazioni privacy