Se hai i capelli danneggiati, smetti subito di fare queste 5 cose

Jessica M.

Curare i capelli non è facile, soprattutto se sono molto lunghi. A volte nella routine commettiamo, senza saperlo, degli errori, ecco quali.

capelli danneggiati
capelli danneggiati – lafuriaumana.it

 

Ogni giorno i tuoi capelli sono sottoposti a un forte stress e spesso, senza volerlo, assumi delle abitudini che li danneggiano ulteriormente. Lo stile di vita e la frenesia della quotidianità non sono sicuramente di aiuto. Per migliorare la situazione bisogna stare attenti alle cattive abitudini. Vediamo insieme quali gesti eliminare per avere capelli sani e forti.

Curare i capelli, evita le cattive abitudini

Partiamo col spiegare che il tuo cuoio capelluto produce oli naturali essenziali per mantenere i capelli lucenti e sani. Come regola generale, dovresti lavare i capelli ogni due o tre giorni. Se sono grassi anche di più. Se le tue radici diventano unte in un giorno, investi in un buon shampoo a secco per tenerti in ordine fino al prossimo lavaggio. Bisogna anche preoccuparsi di utilizzare dei prodotti buoni e di qualità che aiutano a nutrire il capello. Soprattutto vanno utilizzati shampoo e balsamo che si adattano al tuo tipo di capello, per esempio se non hai la forfora evita di utilizzare prodotti antiforfora. Il problema principale comunque, che danneggia il capello avviene dopo il lavaggio, spesso è in quel frangente che adottiamo cattive abitudini. Vediamo le cinque cose da non fare dopo il lavaggio dei capelli.

Cinque cattive abitudini da evitare per avere capelli sani

Per curare il proprio capello, come detto prima, ci sono delle abitudini malsane che si dovrebbero evitare dopo aver fatto lo shampoo e anche prima in realtà, ecco quali sono:

attenzione alle fonti di calore
attenzione alle fonti di calore – lafuriaumana.it

 

  1. Cambia i prodotti che usi regolarmente. Di tanto in tanto compra uno shampoo diverso dal solito, perché col passare del tempo, i tuoi capelli si adattano ai prodotti che usi regolarmente. Usa uno shampoo chiarificante una volta al mese per dare ai tuoi capelli un nuovo inizio, oppure ruota diversi prodotti in base alle tue esigenze. In questo modo eviti che i tuoi capelli si adattino ai soliti prodotti.
  2. Usare phon e piastre il meno possibile. Phon e soprattutto piastre tendo a danneggiare i capelli, perché li lasciano disidratati e vulnerabili. Se puoi, asciugali all’aria, soprattutto in estate, o comunque cerca di mantenere distante dai capelli il phon almeno 15 cm.
  3. Usa spesso il termoprotettore. Esistono prodotti che fanno da patina sul capello per proteggerli da fonti di calore come appunto il phon e le piastre. Utilizzali tutte le volte che puoi in base alle indicazioni scritte nelle istruzioni (a volte vanno messi prima di utilizzare il phon a volte dopo).
  4. Usare un asciugamano dopo lo shampoo. Quando esci dalla doccia se sei solito avvolgere i capelli in un asciugamano a turbante, smetti di farlo. Gli asciugamani normali sono generalmente realizzati con tessuti ruvidi. Ciò causa attrito durante lo sfregamento contro i capelli. Questo crea l’effetto crespo, causando danni e rotture. Per tamponarli puoi usare, invece, un asciugamano in microfibra, che scivola facilmente sui capelli, riducendo la tensione.
  5. Colorazioni troppo frequenti. La tinta sui capelli può danneggiarli, soprattutto se ti piacciono le tonalità più chiare che richiedono la decolorazione. Lo sbiancamento sostanzialmente elimina la melanina dai capelli e il rischio di danneggiarli è alto. Fai un piano con il tuo parrucchiere per evitare di ripetere la decolorazione spesso, magari opta per farlo una volta ogni tre mesi.
Impostazioni privacy