Zucchero di canna o bianco? Ecco qual è la scelta migliore, la risposta è incredibile

Jessica M.

Spesso ci si chiede tra zucchero bianco e zucchero di canna quale sia il migliore. Ecco spiegato la scelta più salutare da fare tra i due.

zucchero bianco e di canna
zucchero bianco e di canna – lafuriaumana.it

 

Sull’argomento zucchero ognuno dice la sua. C’è chi sostiene che usare uno o l’altro non cambia nulla e c’è chi è fortemente convinto che lo zucchero di canna sia più salutare rispetto a quello bianco. Chi ha ragione? Scopriamolo insieme.

Zucchero bianco o di canna?

Lo zucchero bianco si ricava dalla barbabietola da zucchero, facile da reperire in tutta Europa. Il processo di produzione dello zucchero bianco è lungo e complesso, e prevede lavorazioni intensive. Queste utilizzano diversi reagenti chimici che permettono di separare e concentrare le sostanze zuccherine presenti nell’estratto di radice di barbabietola. Data la sua lavorazione lo zucchero bianco è privo degli elementi nutritivi come vitamine e sali minerali. I quali in realtà originariamente sono presenti nella radice della barbabietola, e per questo viene considerato un alimento “morto”. Se vigliamo trovare proprio una differenza con lo zucchero di canna possiamo dire che il colore e l’aroma sono diversi l’uno dall’altro, ma nulla di più. Le calorie sono le stesse.

Quello di canna è ottenuto dalla canna da zucchero, una pianta al cui interno si accumulano grandi quantità di sostanze zuccherine, pari a circa il 14%. Quando sono mature le canne vengono tagliate e macinate. Il succo ottenuto viene raccolto e concentrato attraverso il calore, che produce l’evaporazione della maggior parte dell’acqua. Il colore dorato è dovuto alla presenza residua di melassa.

Quale scegliere tra i due?

aroma e colore diversi
aroma e colore diversi – lafuriaumana.it

 

Nello zucchero, è bene sapere, che non esistono buoni o cattivi e le uniche due differenze sono il colore e il sapore. Mentre nello zucchero bianco è presente solo saccarosio, in quello di canna sono presenti alcuni residui di melassa che gli conferisce il colore giallo-bruno. Perciò non si tratta di una colorazione artificiale e nemmeno una conseguenza delle materie prime.

Quello bianco è più dolce per via della raffinazione, invece quello di canna è più leggero proprio a causa della melassa presente (dall’1% al 5%).

Come dicevamo prima, in molti credono che lo zucchero bianco, essendo più lavorato, sia più chimico e faccia male alla salute. L’anidride solforosa, che viene usata per mantenere bianchi i cristalli di zucchero, rimane solo in tracce. La calce, usata per la chiarificazione del prodotto, in pochi sanno che, viene utilizzata tradizionalmente anche per altri alimenti, come ad esempio le olive, senza che si pensi che il processo sia dannoso, viene anzi considerato naturale.

 

Impostazioni privacy