600 euro per i pensionati, il nuovo bonus è disponibile: come richiederlo e perchè sbrigarsi

Chiara R

Il nuovo bonus pari a 600 euro per pensionati è disponibile, un nuovo sostegno mirato ad aiutare gli anziani. Vediamo come richiederlo.

Bonus pensionati
Bonus pensionati – Lafuriaumana.it

Ai pensionati viene offerta una nuova opportunità economica con il bonus di 600 euro in arrivo, portando un po’ di sollievo in un anno di cambiamenti nel settore dei consumi, soprattutto per quanto riguarda l’energia. Tuttavia ottenere questo beneficio richiede una comprensione chiara delle nuove regole e procedure. Scopriamo insieme come fare richiesta e in cosa consiste il bonus.

Bonus di 600 euro per pensionati

Con l’entrata in vigore di nuove tariffe trimestrali stabilite da Arera, è necessario comprendere le modifiche apportate rispetto ai bonus bollette precedenti. Sebbene non sia stato confermato un bonus bollette specifico per il 2024, ci sono comunque agevolazioni disponibili per le categorie vulnerabili, compresi i pensionati, grazie alla Legge di Bilancio del 2024. Per ottenere il bonus bollette modificato, è fondamentale conoscere i nuovi requisiti e le procedure da seguire. Anche se le scontistiche del 30% e del 15% per il primo trimestre di energia e gas predisposte da Arera fino al 31 dicembre 2023 non sono più valide, le agevolazioni per i nuclei familiari con determinati requisiti ISEE sono ancora in atto, con alcune modifiche.

Ad esempio, il limite di spesa per l’acqua è stato ridotto a 9530 euro, mentre il limite di ISEE per altre agevolazioni è stato fissato a 20.000 euro. Anche se queste agevolazioni non sono state esplicitamente denominate bonus bollette, possono essere considerate tali in quanto mirano a sostenere i pensionati, i beneficiari del reddito di cittadinanza e le famiglie con bisogni medici speciali.

Aiuti economici per gli anziani
Aiuti economici per gli anziani

Le famiglie con quattro figli a carico e un ISEE inferiore a 9530 euro, così come quelle con un ISEE inferiore a 15.000 euro, possono ricevere rispettivamente il bonus al 100% e all’80% nel primo trimestre del 2024. Per ottenere queste agevolazioni, non è necessario fare richiesta esplicita; le detrazioni verranno applicate direttamente sulla bolletta per coloro che hanno presentato la Dichiarazione sostitutiva unica per ottenere l’ISEE presso l’INPS.

Le richieste

Tuttavia per coloro che necessitano di assistenza medica speciale, come evidenziato da certificati ASL, è richiesta una procedura separata. È necessario presentare una richiesta al Comune di Residenza o agli Enti territoriali pertinenti, allegando la documentazione medica e compilando il modulo B.

Sebbene il bonus bollette per il 2024 non sia stato formalmente istituito come negli anni precedenti, ci sono comunque agevolazioni disponibili per i pensionati e altre categorie vulnerabili. È importante essere a conoscenza dei nuovi requisiti e seguire le procedure appropriate per ottenere questi benefici.

Impostazioni privacy