Addio alle banche in Italia, oltre 800 chiusure: le Regioni senza sportelli per ritirare

Daniela Paolucci

Addio alle banche in Italia, oltre 800 chiusure: le Regioni senza sportelli per ritirare contanti o svolgere operazioni bancarie diventano sempre più numerose.

Addio alle banche
Addio alle banche

La marcia della digitalizzazione avanza, anche nel settore bancario, portando a una diminuzione degli sportelli bancari, specialmente nel Sud Italia. Alla fine dello scorso anno, abbiamo visto un calo di 824 sportelli, secondo i dati della Banca d’Italia. Nel corso del 2023, il numero di sportelli è sceso da 20.985 a 20.161 in tutto il paese. Questa tendenza, evidenziata dalla Banca Centrale, ha coinvolto tutte le regioni, con una maggiore diminuzione percentuale riscontrata nelle Marche, in Abruzzo e in Sicilia.

Addio alle banche in Italia

La riduzione degli sportelli bancari è stata osservata in tutte le regioni. Secondo il rapporto delle “Banche e Istituzioni” dell’Istituto Centrale, alla fine del 2023 le banche italiane e le filiali delle banche straniere in Italia hanno registrato 20.161 sportelli operativi, di cui il 54% apparteneva alle principali banche. Le banche con azionariato pubblico avevano oltre 15.000 sportelli operativi, rappresentando il 76% del totale nazionale. La quota di sportelli riconducibili alle banche di credito cooperativo e alle banche popolari era rispettivamente del 20% e del 3%. Questa tendenza al ribasso era già stata segnalata precedentemente dalla First Cisl.

La maggior parte degli sportelli bancari si trova nelle regioni del Nord, che rappresentano il 57% del totale nazionale, con il 40% concentrato principalmente in Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto. Le regioni del Sud e le Isole ospitano invece il 22% degli sportelli bancari presenti sul territorio nazionale.

Addio sportelli bancomat
Addio sportelli bancomat

Nel 2023, in Italia sono rimasti 20.161 sportelli bancari, in netto calo rispetto ai 20.985 dell’anno precedente e ai 30.740 di dieci anni fa. Questo calo interessa tutte le aree del paese: nel Nord-Ovest sono 6.145 (rispetto ai 6.437 dell’anno precedente), nel Nord-Est 5.430 (rispetto ai 5.585), nel Centro 4.138 (rispetto ai 4.327), nel Sud 2.939 (rispetto ai 3.051) e nelle Isole 1.509 (rispetto ai 1.585 dell’anno precedente).

Meno dipendenti

Di conseguenza, c’è stato anche un calo del numero di dipendenti nel settore bancario. Se nel 2022 c’erano 264.288 dipendenti, nel 2023 le stime della Banca d’Italia indicano 261.976 dipendenti, con una diminuzione di oltre 2.000 persone. La maggior diminuzione si è verificata nel Centro Italia, con 1.045 dipendenti in meno, seguito dal Sud e dalle Isole. Anche nel Nord-Est si è osservata una diminuzione significativa. Al contrario, nel Nord-Ovest il calo è stato minore.

Inoltre, cresce la preoccupazione per l’accesso ai servizi bancari nelle comunità più piccole e nelle aree con limitato accesso a Internet o scarsa adozione delle tecnologie moderne, un tema che richiede un’attenzione particolare da parte delle istituzioni e delle autorità competenti.

Impostazioni privacy